Inizio
cover-rebranding-novembre-2021-lgdp

I migliori rebranding di novembre 2021

Sembra ormai essere consolidato il trend minimalista tra i rebranding di alcuni grandi gruppi internazionali e non.

Annuncio

Prosegue la nostra indagine sui migliori rebranding di ogni mese. Nel corso di novembre sono poche le aziende che hanno annunciato rivisitazioni della propria brand identity: dobbiamo aspettarci un boom in vista delle feste o, forse, in occasione dell’inizio del prossimo anno? Probabilmente sì, ma intanto gustiamoci i migliori rebranding delle ultime quattro settimane.

Rebranding di Eni Gas e Luce

Credits: Eni

Lo storico cane a sei zampe di Eni si “veste di verde” per un rebranding all’insegna del green e della sostenibilità.

Eni, storica società petrolifera Italiana, protagonista del primo vero miracolo economico post bellico, diventa Plenitude, una nuova realtà societaria pronta a mettere in campo “nuove idee e propositi che puntano a un futuro migliore” – si legge nel comunicato stampa rilasciato dall’azienda.

Il cane, storico logo che accompagna Eni sin dagli anni ‘50, perde il suo caratteristico pelo nero per vestirsi di un manto verde, simbolo che ben descrive la volontà della società di investire in fonti energetiche sostenibili. Sparisce anche la lingua di fuoco, inconfondibile icona del processo di estrazione del petrolio, per lasciare spazio a un sole stilizzato, perfettamente allineato allo sguardo dell’animale, come se lo stesse guidando verso un futuro migliore.

Per il logotipo è stato scelto un font sans serif, di in gradiente verde studiato appositamente per risaltare la parola “Eni” all’interno di Plenitude. Una caratteristica del wordmark è la scelta di utilizzare solo caratteri minuscoli, mettendo così in secondo piano l’identità aziendale per lasciare più spazio alla mission.

Un rebranding molto ben fatto, sia dal punto di vista meramente tecnico, che dal punto di vista del tempismo: la crisi climatica è realtà e servono soluzioni, soluzioni che Plenitude è pronta a dare.

Rebranding di Brussels Airlines

Image credits: Brussels Airlines

La compagnia di bandiera belga, Brussels Airlines, celebra il tanto atteso ritorno ai viaggi internazionali con un rebranding sostanziale e avveniristico, che ci lascia intravedere quello che sarà il futuro della compagnia.

Il nuovo logo eredita dal precedente tutti i caratteri principali, stravolgendone però posizioni e schema colori, per comunicare il netto processo di rinnovamento che la compagnia ha messo in moto.

I puntini rossi, che nel vecchio logo andavano a formare una “b” simile sia all’ala di un aeromobile che a una pista d’atterraggio, si spostano a destra e sono ora racchiusi all’interno di un quadrato immaginario, tutti di dimensioni differenti per sottolineare l’importanza che la compagnia riversa nel rispetto della diversità. Il logotipo, ora di un font più moderno e pulito rispetto al precedente, è stato ridisegnato usando una tonalità di blu più scura, per comunicare maggiore qualità e un feel più contemporaneo.

Il rebranding ha lasciato spazio anche al debutto delle nuove livree, che ben si legano a questo rinnovamento dell’identità visuale del gruppo, e a una nuova tagline, che accompagnerà ogni campagna di Brussels Airlines: “You’re in Good Company” (Sei in buona compagnia, ndr.).

Un ottimo lavoro, soprattutto dal punto di vista del design delle nuove livree, che definiremmo “ariose”: bello!

Rebranding di Novakid

Image credits: novakid.it

La, ormai ex-, startup EdTech Novakid celebra il suo quinto anniversario affidando a BBDO un mandato da $100 mila per rivisitare completamente la propria brand identity.

L’azienda, che dal 2017 si occupa dell’erogazione di corsi di inglese per bambini e giovani dai 4 ai 12 anni, ha tagliato traguardi straordinari nel corso del 2021, arrivando a toccare quota 500 mila utenti iscritti, con un aumento percentuale impressionante rispetto all’anno precedente.

Il nuovo logo, completamente ripulito da ogni riferimento prettamente infantile, utilizza la componente semantica dell’astronave per comunicare in maniera efficace la mission aziendale: Novakid “trasporta” i giovani verso una più ampia conoscenza dell’inglese, proprio come una navicella spaziale trasporta astronauti alla scoperta dell’Universo. Lavoro egregiamente svolto inoltre dal nuovo slogan, “The right place to start” (Il miglior posto per partire, ndr.), ideato appositamente per aumentare la brand awareness e la fedeltà dei clienti, e potenziali tali, sparsi ormai per tutto il mondo.

Un logo moderno e dinamico che, pur mantenendo lo spirito giocoso che tutta la didattica per bambini richiede, comunica in maniera eccellente questo cambio di rotta aziendale, sottolineando il concetto di gamification che regge l’intero sistema di Novakid. Ottimo lavoro!

Rebranding di Staples Center

Image credits: Los Angeles Times

Lo Staples Center, storica “casa” delle maggiori squadre sportive di Los Angeles, come Lakers e Clippers di NBA, ma anche le Sparks di WNBA e i Kings di NHL, cambia nome dopo oltre 20 anni di storia. Dopo essere rimasta per molto tempo sotto contratto di sponsorizzazione da parte di STAPLES Inc., lo Staples Center alla fine di quest’anno diventerà Crypto.com Arena grazie a un accordo ventennale con il noto servizio di trading online, un deal da oltre $700 milioni.

Crypto.com, piattaforma leader nel settore del trading online di criptovalute ed NFT, non è nuova al mondo delle sponsorizzazioni faraoniche in ambito sportivo, dopo aver monopolizzato gran parte delle tappe del circus di Formula 1.

Un ottimo lavoro di visual: niente da invidiare ai giganti tech, Oracle su tutti, che da anni sponsorizzano alcune arene delle altre franchigie NBA.

Redesign di BMW M Sport

Image credits: BMW via Car And Driver

Per celebrare il 50esimo anniversario della sua divisione sportiva, lo storico marchio automotive bavarese BMW rispolvera il suo vecchio logo “performance” su tutte le vetture M e alcune vetture M-Sport prodotte per il mercato globale a partire da gennaio. Un rebranding che sa di passato, un passato di gloria nelle competizioni motoristiche, passato che BMW ama, rispetta e soprattutto ama sfoggiare agli occhi dei clienti e dei suoi competitor, sia sull’asfalto che sui mercati internazionali. Ci piace, molto.

Il nostro approfondimento sui migliori rebranding del mese di novembre termina qui, non ci resta che darci appuntamento al nuovo anno, per analizzare tutto ciò che i brand faranno nelle prossime settimane.

Vuoi approfondire l’argomento? Ecco tutti i migliori rebranding del mese di ottobre.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Federico Peverelli

federico@lagazzettadelpubblicitario.it

Ciao! Sono Federico. Sono rapito da qualsiasi cosa possa essere commentata, ma il mondo della pubblicità mi ha sempre affascinato più di qualsiasi altra cosa. Ah! Sono perennemente in ritardo, ma sulle notizie prometto che sarò sempre puntuale.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)