Inizio
A cura di Redazione

Sanremo 2022: quanto costerà uno spazio pubblicitario

La Kermesse è alle porte e i grandi brand non vedono l’ora di mettersi in mostra sul palcoscenico più importante della TV italiana.

Annuncio

Ci siamo quasi, ancora pochi giorni ci separano dall’inizio del 72esimo Festival della Musica Italiana, in scena, come da tradizione, al teatro Ariston di Sanremo da martedì 1 febbraio a sabato 5 febbraio. La Kermesse è stata affidata anche per questo 2022 alla sapiente direzione artistica di Amadeus, che nelle ultime tre edizioni ha animato e deliziato il pubblico, solo da casa lo scorso anno, nonostante alcuni momenti di grande difficoltà.

Il Festival di Sanremo rappresenta, concretamente, il primo grande evento mediatico italiano dell’anno e ciò comporta, com’è scontato, grande attenzione da parte dei brand che da sempre sgomitano per trovare uno spazio di rilievo in quella che è a tutti gli effetti la vetrina televisiva per eccellenza. Ma, quali saranno le novità di quest’anno e quanto si dovrà spendere per aggiudicarsi uno spazio pubblicitario durante il Festival? Vediamolo insieme!

Sanremo 2022: l’anno delle novità

Sangiovanni, giovanissimo concorrente tra i Big di quest’anno – Foto: Ck12 Giornale

Dal punto di vista artistico la novità più grande risiede proprio nella categoria “Big”, che per questa edizione vedrà scontrarsi concorrenti di tutte le età, tra veterani del Festival come Morandi e Ranieri e giovanissimi come Sangiovanni, reduce da un ottimo secondo posto ad Amici 21 con la sua Malibù, e Blanco, in duetto con il già vincitore Mahmood, star indiscussa della scorsa estate.

Il 2022 segna anche il ritorno del pubblico che finalmente, dopo un anno di stallo, sarà nuovamente pronto a scaldare l’atmosfera dell’Ariston, contribuendo così a dare forza alle performance degli artisti in gara. Insieme al pubblico in teatro ritorna anche tutta la costellazione di eventi e palchi che circondano Sanremo, essenziali per respirare la tipica aria di spettacolo e musica che invade la costa ligure nei giorni del Festival, giorni nei quali la città si riempie di appassionati, fan e giornalisti, pronti per vivere e raccontare le vibrazioni che solo la Kermesse della musica italiana può trasmettere.

Dal punto di vista pubblicitario, invece, la novità più grande risiede nell’abbandono di TIM come sponsor unico, interrompendo così un matrimonio commerciale che durava già da molti anni: una novità che spalanca le porte a scenari pubblicitari interessanti, innescando una seconda gara, quella tra brand, per vincere maggiore visibilità e maggior risalto mediatico.

MARATONA PUBBLICITÀ
SANREMO 2022

Creativo per natura, amante della pubblicità e magari appassionato anche del Festival di Sanremo? Abbiamo pane per i tuoi denti.

Martedì 1 Febbraio dalle 21.00 la redazione de La Gazzetta Del Pubblicitario commenterà minuto per minuto l’altro lato del Festival: le pubblicità! Tutti gli spot, uno dopo l’altro, con tanto di pagelle per eleggere il brand più creativo del palcoscenico pubblicitario più costoso d’Italia!

Scopri la diretta

Sanremo 2022: quanto costa uno spot

Tariffario Sanremo 2022 – Fonte: Rai Pubblicità

La direzione di Rai Pubblicità ha annunciato un rincaro del tariffario del 15% rispetto allo scorso anno, coerente con il riposizionamento commerciale del prime time di Rai 1. Un rincaro giustificato quasi esclusivamente dalla multicanalità dell’evento: è infatti in netto aumento negli ultimi anni il traffico verso la piattaforma di streaming RaiPlay e il canale Youtube ufficiale di Rai. I dati, basati sulla scorsa edizione del Festival, ci comunicano una audience media break di 8’587’000 e un ascolto medio di 8’305’000, oltre all’impressionante numero di single time viewers, tra l’altro sempre più giovani, che si attesta intorno ai 37’200’000 per la diretta TV e oltre 72 milioni per i contenuti web.

Per quanto riguarda il traffico web, Rai propone un costo di 27’000€ per un pacchetto di 900mila impression su Youtube, 30’000€ per un pacchetto di 600mila impression su Rai Play e 56’000€ per un pacchetto di 800mila impression su Rai Play per Smart TV, differenziando così enormemente l’offerta pubblicitaria digital.

Gli spazi pubblicitari in diretta TV seguono invece un tabellare più rigido, insieme anche a dei pacchetti d’offerta che comprendono posizionamenti su Rai 1 e Rai Premium, con prezzi che variano a seconda della fascia di messa in onda, del numero di passaggi e naturalmente del tipo di contenuto proposto. Per un billboard 4”+4” si dovrà pagare dai 229’500€ ai 430’300€, per un product placement 526’950€, per una telepromozione dai 440’000€ ai 2’030’000€, per uno spot 15” durante Sanremo Goodbye 55’000€, per un fuori break 30” dai 304’447€ ai 2’007’070€ e per un intro break 30” dai 281’028€ agli 1.852.680€. Secondo il tabellare ufficiale, inoltre, uno spot p/u 30” costerà dai 106.909€ ai 471.218€ per singolo passaggio e uno spot standard 30” costerà dai 97.190€ ai 370.380€ per singolo passaggio.

Altri prezzi, invece, per gli slot pubblicitari durante la Domenica in Sanremo: billboard 4”+4” a 28’000€ per due passaggi e intro/fuori break 30” dai 50’400€ ai 68’000€ per singolo passaggio. Interessante anche la copertura pubblicitaria degli eventi televisivi che circondano il Festival, tra cui la consueta edizione speciale del TG1 e una grande varietà di film in programma, per i quali sono stati ideati posizionamenti pubblicitari ad hoc.

L’attesa per il 72esimo Festival di Sanremo è quasi terminata: il pubblico e i grandi artisti in gara sono pronti per incendiare l’atmosfera del teatro Ariston, i brand sono pronti per mettersi in mostra e noi, proprio come abbiamo fatto lo scorso anno, siamo pronti per trasmettervi tutte le emozioni pubblicitarie della Kermesse in diretta sul nostro sito, prima, durante e dopo la prima serata.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Redazione

redazione@lagazzettadelpubblicitario.it

La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)