|

La voce delle ragazze autistiche in una campagna che emoziona

Avatar photo
6 Aprile 2023
Il tempo di un caffè

Havas London realizza un cortometraggio per mettere in primo piano la condizione delle ragazze autistiche tra difficoltà, talento ed empatia. Il valore profondo dato ai vestiti esalta anche il brand Vanish

Vero, immerso nella vita reale e con una chiusura a scoppio empatico praticamente da manuale. E’ molto efficace il cortometraggio realizzato per il brand Vanish con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema delle ragazze affette da autismo. Argomento particolarmente indicato nel mese che ospita anche la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo (2 aprile). La campagna intitolata “Me, My Autism and I” muove da una statistica che ci rivela come le ragazze autistiche abbiano tre volte meno la probabilità di ricevere una diagnosi rispetto ai coetanei maschi. Il tutto passando attraverso un processo che può richiedere anche due anni. La firma sul cortometraggio che ripercorre scampoli di vita di una giovane quindicenne autistica (Ash) è di Havas London.

La campagna di Vanish

Una rappresentazione reale e credibile

Particolare la scelta di inserire nello spot la rappresentazione di alcuni dei tratti autistici più diffusi come l’autostimolazione (stimming), le interruzioni ma anche lo straordinario talento creativo, l’umorismo e l’affetto. Un prisma emozionale veritiero. La regia è stata affidata a Tom Hooper che, in passato, ha realizzato un capolavoro come Il Discorso del Re. “Ho voluto mettere al centro di questo lavoro una ragazza autistica e la storia di una vera famiglia. Tutto deve trasmettere genuinità e credibilità. Ash è un’attrice straordinaria e ha un talento unico che domina la macchina da presa in ogni inquadratura. Non è mai risultata falsa ed è straordinario se pensiamo che non ha mai recitato prima. Culturalmente dimostriamo che, a volte, è sufficiente raccontare la propria storia per colpire e avere un’identità forte”.

La long vershion della campagna

Un milione di sterline per la messa in onda

La campagna è riuscita a vincere un milione di sterline per la messa in onda degli spot su Channel 4 grazie Diversity in Advertising Award. La linea da seguire era proprio quella di una rappresentazione autentica delle disabilità visibili e non. “Partendo da qui – spiega il direttore creativo Eliot Harris – abbiamo identificato una verità universale nel mondo dell’autismo che è il legame che si sviluppa con i vestiti. Rappresentano una guida sicura per navigare in un mondo non costruito per loro. Un valore unico, chiaro e credibile anche per il brand Vanish puntando sulla capacità di mantenere alta la qualità dei capi anche dopo molteplici lavaggi. Un vantaggio utilitaristico o economico diventa anche un plus sociale. Ci siamo proposti di essere onesti nel rappresentare anche le difficoltà delle ragazze autistiche mettendo in risalto proprio le voci femminili e aiutando una comunità evidentemente sottorappresentata a sentirsi vista, ascoltata e sostenuta”.

Ci leggiamo presto!

A cura di
Avatar photo
Gazzetta PRO