Il profilo dei Maneskin curato da un’agenzia: e non è il primo caso

Avatar photo
29 Aprile 2022
Tocca mettersi comodi
+ -

I social sono un forte mezzo per le aziende e i brand nelle loro campagne di marketing, ma anche per i personaggi pubblici. Oggigiorno tutti i vip hanno almeno un profilo social che usano per interagire con i fan e condividere con loro progetti e attimi di quotidianità. Ma sono veramente le celebrità stesse a decidere quali contenuti mostrare e postare sui social?

Al mondo esistono due gruppi di persone: quelli convinti che tutti i vip e le celebrità gestiscano autonomamente i propri profili social esattamente come noi comuni mortali e quelli che, invece, sono a conoscenza dell’esistenza di agenzie e Social Media Manager specializzati nella pianificazione social dei VIP.

Molti personaggi dello spettacolo, infatti, non si occupano in prima persona dei propri canali digitali. Tra questi troviamo i Måneskin che recentemente hanno affidato a HUB09 Brand People il lato strategico e operativo dei propri account social, a seguito dell’enorme successo mondiale raggiunto dopo la vittoria all’Eurovision dello scorso anno. Per questo incarico l’agenzia ha formato una squadra di lavoro che collaborerà e si confronterà sia con la band sia con il manager per l’attuazione della strategia prefissata.

Andrea Gaetani, Head of Social dell’agenzia ha comunicato: 

“Partendo da una profonda analisi dell’attività̀ social della band, abbiamo identificato un approccio in grado di raccontare al meglio il percorso dei Måneskin, presente e futuro. Un punto fondamentale è il rispetto dello stile della band, motivo per il quale tutti i contenuti vengono concordati per essere coerenti con il loro tono di voce. L’ecosistema social è complesso, perciò̀ la strategia generale va calata su ogni singolo canale, rispettandone le specificità̀ e cogliendo le diverse opportunità̀. Sarà un 2022 ricco di tantissimi momenti importanti, la sfida sarà̀ quella di raccontare al meglio ognuno di questi momenti, dandogli la giusta rilevanza e scegliendo la creatività̀ e il formato più̀ adatti per ogni occasione”

IL SOCIAL PERSONAL BRANDING

La gestione social di star dello showbiz rientra in quella che viene chiamata social personal branding, ossia la promozione ideata a favore della persona, esattamente come si fa con i brand tradizionali, per mezzo di tecniche e strategie di comunicazione in linea con il personaggio in questione. 

L’attenzione mediatica a cui i vip devono sottostare si è rafforzata sempre di più nel corso degli anni. Questo richiede una gestione organizzata e pianificata dei canali social volti al mantenimento dell’immagine e della reputazione online, sulle quali è basato tutto il successo e la fortuna delle celebrità. Più si è famosi ed esposti più si ha bisogno di una strategia di comunicazione creata su misura.

Profilo Instagram dei Måneskin; credits: @maneskinofficial

Se si guarda il profilo Instagram dei Måneskin, per esempio, è chiara la presenza di un lavoro minuzioso che coinvolge diverse figure, tra cui hairstylist, make up artist e fashion designer per dare continuità alla loro immagine da ragazzi rock e ribelli e farli , ovviamente, crescere ancora di più in termini di visibilità. La stessa cura per le attività social viene messa in atto anche per altri volti noti a livello internazionale come Beyonce, Kim Kardashian e Selena Gomez (che è diventata anche la star più seguita su Instagram). Qui in Italia, invece, due esempi di personaggi pubblici che sembrano avere un professionista o un’agenzia a organizzare le loro attività digitali sono Gianni Morandi e Roberto Saviano. I due si sono resi protagonisti tempo fa di una gaffe social: hanno pubblicato un post su Instagram senza cancellare dal copy l’indicazione su quando fosse meglio pubblicare il contenuto in questione. L’orario di pubblicazione, infatti, è un aspetto che non viene trascurato. Esso è importante per ottenere maggiori interazioni sul profilo e quindi, presenta a sua volta uno schema da seguire. Morandi e Saviano, però, hanno negato la presenza di un Social Media Manager anche se hanno ammesso di venir aiutati da terzi (nel caso del cantante, dalla “famosa” moglie Anna) nel mantenere aggiornati tutti i profili social di cui dispongono. Ma nonostante queste parole, molti sono ancora convinti che ci siano degli esperti ad occuparsi strategicamente della loro attività social.

Un elemento vincente per un buon personal branding online è la condivisione di momenti di vita quotidiana e di progetti lavorativi e personali con i propri followers in un vero e proprio storytelling. Così facendo si crea un legame con la comunità dei fans.

Su questo aspetto Gianni Morandi è un maestro. Il cantante è, infatti, diventato una star del web a oltre 70 anni e protagonista di molti meme. Morandi ancora oggi gode dell’immagine del ragazzo semplice e ironico di Monghidoro che cantava “Fatti mandare dalla mamma” grazie proprio al personal branding online e offline. L’artista, infatti, attua una sorta di “diretta live” del proprio quotidiano e scambia sempre qualche battuta con i propri seguaci (e anche hater) mandando loro un abbraccio finale che non manca mai. Questo gesto di affetto è diventato un simbolo nel corso degli anni e gli ha procurato anche un numero di Topolino dedicato nel 2017, nel quale Morandi diventa Gionni Moranduck, il Re degli abbracci

La copertina del numero di Topolino nella quale compare Gianni Morandi come Gionni Moranduck, il Re degli Abbracci.

I VIP HANNO TUTTI UN SOCIAL MEDIA MANAGER O UN’AGENZIA CHE SI OCCUPA DELLA GESTIONE SOCIAL?

Come già accennato in precedenza più si è famosi e più diventa importante avere una figura o un gruppo organizzato che si occupi della gestione social dei propri profili ufficiali. È comune per personaggi pubblici minori gestire personalmente i propri account ma per altri, maggiormente in vista nello showbiz, invece, è più frequente il contrario. 

Solitamente persone di un certo calibro, sia questo nazionale o internazionale, hanno un team social che si occupa della loro immagine, anche se ci possono essere sempre delle eccezioni. Tra queste, ad esempio, possiamo trovare Vasco Rossi

Il cantautore italiano ha affermato di gestire personalmente i propri account Facebook e Instagram. Vasco in una intervista per Repubblica fatta nel 2011 ha spiegato di non amare le strategie e ha aggiunto di aver scoperto Facebook per caso cambiando opinione sul suo utilizzo: 

“Un paio di anni fa, parlando con dei ragazzi, ho scoperto Facebook. Io su Internet guardavo solo la mail, un po’ di YouTube, e pensavo che Facebook fosse una cagata. Poi ho iniziato a vederlo, ho aperto anch’ io una pagina a mio nome, come ce ne sono tante, dicevo che ero mio fratello minore ed ero autorizzato a parlare. Ho iniziato a dialogare con gli altri, è un divertentissimo modo di dialogare, è come andare al bar ma è molto più profondo, sei più sincero, e ho conosciuto degli amici veri. Poi ho visto che nella mia pagina ufficiale c’erano 800.000 persone e ho iniziato a scrivere li. Adesso ci sono due milioni e trecentomila persone, una potenza di comunicazione immensa, ho ritrovato la mia Punto Radio di quando ho cominciato e tutti i giorni parlo. Mi scaravento su Internet. Mi diverte moltissimo, non capisco perché ci sia tutta questa demonizzazione, tutti che mi dicono che esagero, che non dovrei farlo. Invece io mi diverto, è come la radio, si parla con tutti”

La sua personalità irriverente, diretta e senza peli sulla lingua è spesso evidente anche sui social che lui usa come una sorta di diario personale, dove mostrare la propria giornata e scrivere quello che sente e pensa, a volte andando contro anche alla censura di Facebook. Aspetto del social noto a tutti gli amanti del web e i Social Media Manager ma che, a quanto pare, lui non aveva messo in conto.

Vasco a San Siro

Molte celebrità tendono a nascondere pubblicamente la presenza di professionisti a occuparsi della loro attività digitale e altri, tra cui gli utenti stessi, sembrano trattare la cosa come un elemento negativo e argomento di polemica. Avere un Social Media Manager nel mondo dello spettacolo è una consuetudine e nulla di negativo. Basta essere, ovviamente, il più fedeli possibili alla propria personalità e non crearsi un personaggio totalmente estraneo alla propria identità.

I VIP hanno da sempre cura della propria immagine per via del loro lavoro e i social contribuiscono molto a rinvigorire o indebolire la reputazione di una persona. Proprio per questo motivo vanno usati nel modo corretto per evitare azioni che possano andare a ledere l’immagine pubblica di una celebrità. E non solo.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle quarantamila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Avatar photo
La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Potrebbe piacerti anche

+ -
+ -
+ -
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie. Cliccando su rifiuta o chiudendo il banner si rifiutano tutti i cookie. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie attivare.
Cerca tra gli articoli
Control Center
Dark mode
Segnalibri
Notifiche
Cookies

Ehi lettore!

Tutte le domeniche alle 09:00 quasi 3.000 iscritti ricevono la nostra newsletter settimanale.

Cosa contiene? Un recap del meglio della settimana che potresti aver perso e 2 speciali inediti direttamente dalla nostra redazione. Un ambiente più intimo per chi vuole approfondire le tematiche dell’advertising. Unisciti a colleghi e appassionati e accompagna nel modo giusto la tua tazza di caffè.

Ti aspettiamo dentro!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!
Grazie per essere entrato nel pianeta Gazzetta! Ci leggiamo Domenica!

Ehi lettore!

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

Se ti è piaciuto l’articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra newsletter con un semplice passaggio qui sotto!

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana, ogni domenica.

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!

Focus

Ragione e sentimento, matematica e grandi intuizioni: il marketing come non ve lo hanno ancora raccontato.

Il canale di comunicazione del XXI secolo è un ecosistema sempre più vasto. Proviamo a renderlo più familiare facendo chiarezza.

Senza una punta di genio la pubblicità sarebbe solo cronaca. Fortunatamente, il mondo dell’advertising abbonda di effetti speciali, colori e grandissime menti!