Inizio
Amazon Prime

Amazon Prime Video: come promuovere serie televisive a colpi di brand marketing

Prime video negli ultimi anni sta puntando molto su iniziative di brand marketing e di marketing esperienziale, instaurando partnership con diversi marchi in diversi settori, per promuovere i suoi film e le sue serie originali.

Annuncio

The Marvelous Mrs Maisel e Tupperware

Amazon Prime Video ci ha sorpreso con una sua iniziativa particolare dedicata alla premiere della nuova stagione della serie The Marvelous Mrs Maisel (in Italia La Fantastica Signora Maisel). 

L’acclamata serie, prodotta interamente da Amazon Studios e ambientata nella New York degli anni ‘50, vede protagonista Rachel Brosnahan nei panni di Miriam “Midge” Maisel, una giovane donna madre di due bimbi, la quale dopo un inaspettato divorzio con il signor Maisel, decide di intraprendere la carriera di stand up comedian

In concomitanza con l’uscita dei primi episodi della quarta stagione Amazon ha annunciato la partnership con Tupperware, l’iconica azienda produttrice di contenitori per cibo in plastica.

In uno dei due episodi rilasciati su Prime Video il 25 febbraio troviamo Midge Maisel intenta a vendere alle sue amiche e conoscenti una serie di contenitori Tupperware. In questi anni non era raro per le donne intraprendere attività part-time del genere per guadagnare qualcosa in più. 

prime video
fonte: reddit.com

Lo stile retrò è tornato in auge già da tempo soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento, ma ora si sta facendo strada anche in cucina. 

Amazon ha approfittato di questo punto della trama per avviare una collaborazione con Tupperware e realizzare una linea a tema vintage che includesse i più famosi prodotti del brand di contenitori per cibo. 

Image Credits: Amazon Prime

La “nuova” linea da collezione in edizione limitata include contenitori di plastica colorati in pieno stile anni ‘50 e ’60, i quali – anche grazie alla pluripremiata comedy firmata Amazon – stanno tornando di moda nelle nostre cucine.

Un espediente simpatico che rende il tutto ancora più realistico e ci riporta indietro nel tempo riguarda il fatto che è possibile ordinare i prodotti della collezione attraverso un rappresentante Tupperware, proprio come si faceva all’epoca.

Amazon e Tupperware hanno annunciato che non si fermeranno qui e sono già pronti altri prodotti a tema vintage. 

Prime Video non è nuova a iniziative di brand ed experience marketing per pubblicizzare i propri contenuti originali. Negli ultimi anni ne abbiamo viste diverse. Scopriamone alcune.

Cenerentola & Mercedes

Uno degli ultimi live action remakes in casa Amazon, rilasciato sulla piattaforma lo scorso settembre, ha visto protagonista Cenerentola. La classica fiaba è reinterpretata in chiave moderna con l’attrice Camila Cabello nel ruolo di Cenerentola. 

Nel film, l’eroina non è raffigurata come la povera ragazza indifesa, bensì come una promettente business woman nel campo della moda. La fiaba è una rappresentazione della rottura del tetto di cristallo da parte delle donne. 

L’empowerment femminile nel film ha colpito Mercedes che già da tempo sottolinea come le donne siano state fondamentali nella fondazione dell’azienda e come continuino ad essere protagoniste. 

Questa partnership ha avviato una strategia di cross promotion (film e auto) che celebra la forza d’animo e la volontà di perseguire i propri sogni.  

In collaborazione con l’agenzia Merkley & Partners e la regista Rachel McDonald di Biscuit Filmworks, la casa automobilistica ha girato uno spot pubblicitario che incoraggia le donne a rompere con i ruoli convenzionali, rispecchiando il viaggio dell’eroina nella storia. La pubblicità in TV e digitale presenta la star del film, Camila Cabello, il regista e sceneggiatore Kay Cannon e il produttore Shannon McIntosh.

The boys e il videogioco in realtà aumentata

Questa iniziativa è stata lanciata in occasione dell’uscita della seconda stagione di The Boys (settembre 2020), una delle serie di casa Amazon più seguite in tutto il mondo. 

La serie è ambientata in un universo in cui individui dotati di superpoteri sono riconosciuti come eroi dal grande pubblico e lavorano per la potente società Vought International, che li commercializza e li monetizza. Al di fuori dei loro personaggi eroici, la maggior parte sono arroganti e corrotti.

Amazon ha realizzato un’applicazione in realtà aumentata (AR) che permette al giocatore di immedesimarsi in uno dei protagonisti della serie che in una scena brandisce come arma un neonato che spara laser dagli occhi.  

La prima cosa da fare dopo aver scaricato il gioco sarà scansionare l’area circostante. Subito dopo questo popolerà questo spazio nello stile della scena della serie ed è qui che il giocatore potrà brandire un bambino dagli occhi laser per trasformare i nemici in una poltiglia sanguinante e cercare di sopravvivere il più a lungo possibile. Il gioco presenta modelli di personaggi scansionati in 3D di The Boys, rendendo il gameplay ancora più elettrizzante e realistico.

fonte: akqa.com

The Areonauts e la fiera itinerante in stile vittoriano

Questa iniziativa è del 2019 ed è stata avviata per promuovere il film originale Amazon The Areonauts con Eddie Redmayne e Felicity Jones. 

In questa occasione Amazon ha realizzato una fiera itinerante direttamente dal 1862 che si spostava in diverse città degli stati uniti. 

Questa grande fiera in stile vittoriano proponeva indovini, ipnotisti e due mongolfiere per rappresentare nella realtà lo spirito e la magia del film. I festeggiamenti sono ispirati dall’incredibile viaggio intrapreso dai principali protagonisti del film.

fonte: adweek.com

Amazon Prime Video negli ultimi anni si è affidato molto a iniziative di marketing esperienziale. Oltre a queste riportate possiamo ricordare un museo pop-up a New York dedicato alla release di Modern Love e una libreria segreta a Soho per celebrare l’uscita di Good Omens

Brand ed experience marketing

La strategia di Amazon dunque è chiara, mettere al centro il consumatore e fargli apprezzare i valori del brand (e dei partner). Il marketing esperienziale e il brand marketing permettono di fare proprio questo: il primo è utilizzato per valorizzare l’esperienza di consumo del cliente con l’obiettivo di trasmettere un valore aggiunto connesso all’acquisto del prodotto, mentre tramite il secondo si stabilisce e si fa crescere una relazione fra l’azienda e i consumatori. Si promuove la totalità del marchio, utilizzando i prodotti e i servizi come punti di prova che supportano la promessa dello stesso. L’obiettivo è quello di costruire i valori del brand e di conseguenza dell’azienda.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Francesco Rodorigo

francesco.rodorigo@lagazzettadelpubblicitario.it

Mi chiamo Francesco e sono nato e cresciuto a Roma. Copywriter, metallaro, grande appassionato di marketing e pubblicità, sport (provo ogni tanto a giocare a pallavolo) e di tutto ciò che è commestibile, specialmente se dolce!

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)