Inizio
Raffaella Carrà
A cura di Greta Moroso

Addio a Raffaella Carrà: icona del piccolo schermo, diva in pubblicità

Tempo di lettura: 3 minuti

Si è spenta ieri, a 78 anni, Raffaella Carrà: soubrette e ballerina, attrice, cantante, presentatrice e una delle donne più amate dagli italiani e dal mondo dello spettacolo internazionale. Iconico caschetto biondo, mosse di ballo copiate da intere generazioni e una classe e un’intelligenza fuori dal comune: la ricordiamo insieme con l’occhio del pubblicitario ripercorrendo alcune delle campagne più famose che l’hanno vista protagonista negli anni.

Annuncio

LA STORIA DELLA TELEVISIONE

Raffaella Maria Roberta Pelloni nasce a Bologna nel 1943 e debutta in televisione pochi anni dopo, nel 1961; il vero successo arriva nel 1970 con la sua partecipazione a Canzonissima dove diventa a tutti gli effetti la prima showgirl della tv dell’epoca.

Icona di stile, fu la prima donna a “osare” con completi definiti, per il tempo, trasgressivi e a mostrare una forte emancipazione che la portò a essere apprezzata sia dal pubblico femminile che da quello maschile. Raffaella Carrà è ricordata in tutto il mondo per essere la “regina della televisione“: un canale massmediatico inteso in termini che purtroppo non esistono più: garbato, mai volgare e soprattutto fondato sul talento puro dei protagonisti e sull’intrattenimento genuino.

Una donna bellissima, Raffaella Carrà, il cui inconfondibile caschetto biondo ha segnato la moda e le pettinature degli anni ’60 e ’70: impegnata socialmente e sempre educata e frizzante nei programmi in cui ha partecipato o condotto, è stata anche protagonista di numerose campagne pubblicitarie che hanno contribuito a portarla nell’Olimpo delle personalità pubbliche più influenti del nostro paese. Ripercorriamo brevemente le più celebri.

SCAVOLINI – 1984

Un classico, il cult che portò in auge il claim “la più amata dagli italiani“. Nessuno slogan fu mai pronunciato da persona più adatta: alla fine è diventata proprio Raffaella Carrà la più amata dagli italiani e non solo.

BUONDÌ MOTTA – 1988

Famosissimo lo spot che vede Raffaella Carrà testimonial del Buondì Motta, una delle prime merendine confezionate a prendere piede tra le colazioni delle famiglie italiane.

VALLEVERDE – 1998

Chi meglio di una ballerina scatenata come Raffaella Carrà poteva fare da testimonial per una brand di calzature made in Italy rinomato e al tempo conosciuto da tutti?

Annuncio

TIM – 2011

Forse non tutti si ricordano della serie di spot Tim che vedeva la collaborazione di Neri Marcorè e Raffaella Carrà nella ricostruzione della storia in costume, con la colonna sonora remixata di “A far l’amore comincia tu” cantata dalla showgirl bolognese.

SAMSUNG GALAXY S4 – 2013

La carriera da testimonial di Raffaella Carrà, però, non si ferma alle sole campagne e agli spot. Nel 2013, infatti, è stata protagonista del party di lancio italiano del telefono Samsung Galaxy S4 in compagnia di Alessandro Cattelan, che l’ha intervistata e ha ripercorso con lei le tappe più importanti della sua carriera televisiva.

Annuncio

ROMPERE I TABÙ

Raffaella Carrà non è solo stata protagonista di spot, pubblicità e programmi televisivi: la sua immagine, negli anni ’60 e ’70, ha contribuito all’emancipazione di moltissime donne. In un’epoca in cui mostrare le caviglie o l’ombelico era considerato sconveniente e poco raffinato, la showgirl si divertiva a ballare e cantare con estrema femminilità e classe.

Erano anni in cui la figura femminile stava piano piano emergendo e rompendo alcuni dei tabù che la vedevano relegata su un piano inferiore rispetto agli uomini: basti pensare che mentre la Carrà faceva la sua prima apparizione in televisione, le donne avevano ottenuto il diritto di voto da solo quindici anni e poco tempo dopo un timido Renato Zero si esibiva in costumi eccentrici e, per l’epoca, effemminati.

Erano sicuramente una televisione e una pubblicità diverse da quelle a cui siamo abituati oggi: mai volgari e che puntavano su un pubblico di famiglie che si ritrovava la sera sul divano per intrattenersi in modo sano.

A dimostrazione della genuinità di Raffaella Carrà, la troviamo spesso impegnata nel sociale e disponibile a collaborare con diversi artisti non prendendosi mai troppo sul serio: iconica la collaborazione che risale al 2006 in cui ha partecipato con Tiziano Ferro a una delle hit che almeno tutti una volta abbiamo cantato.

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle ventimila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Sicuramente tutto il mondo ricorderà Raffaella Carrà per sempre come icona storica che ha cambiato le regole della televisione e del mondo dello spettacolo, così come il suo caschetto biondo e perfettamente liscio rimarrà impresso nella mente di milioni di persone.

Ci leggiamo presto!

Greta Moroso

greta@lagazzettadelpubblicitario.it

Tutto è iniziato con una tesi sul cinema noir, forse perché il mio essere è ben rappresentato da un’immaginaria colazione tra Montalbano e Tim Burton. Oggi sono content creator, autrice e social media manager. I videogiochi sono l’amore della mia vita: ho una libreria con circa 130 titoli in edizione fisica che è il mio tesoro. Non saprei immaginare un’esistenza senza di loro e nemmeno voglio provarci, in effetti.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)