|

Motivi, come il 3D esalta una borsa e i suoi dettagli

Avatar photo
20 Ottobre 2022
Praticamente uno snack

Motivi sceglie Dentsu Creative per la campagna della sua nuova linea di borse “Double Love Bags”. Ad aprirla un video imperniato su tecnologia 3D e Cgi che valorizzano il dettaglio esaltando l’idea del “prodotto al centro”

“Al centro del video deve esserci il prodotto”. Detto fatto per Dentsu Creative che ha preso la nuova Double Love Bags e l’ha letteralmente scaraventata al centro della scena del video di lancio della campagna valorizzando al massimo l’expertise in ambito 3D e motion che lavora nell’agenzia. Il tutto con uno storytelling tanto semplice quanto potente: esaltare la morbidezza dei materiali nella loro progressiva creazione avvitandoli in un pattern che si intreccia e si moltiplica all’infinito. Un’esperienza decisamente dinamica seppur focalizzata.

La forza del dettaglio è la tecnologia

Il fil rouge è piuttosto chiaro e attraversa i momenti chiave nella creazione della borsa accendendo un cono di luce, però, sull’iconicità del logo, sul ricamo Double Love (elemento di distinzione della linea), sulla consistenza dei materiali e sulla chiusura a nottolino. A livello tecnico sono proprie le soluzioni 3D e la tecnologia Cgi ad esaltarne i dettagli.

Il frame del video dove la borsa, finalmente, appare

Un formato social-friendly

Il tutto in un formato social friendly ed estremamente digitale nel solco di quella filosofia del prodotto al centro di tutto che profuma sempre di esclusivo. Double Love Bags, infatti, si tradurrà in una serie di contenuti aperti da questo video che vogliono posizionare il brand in modo digitale al fianco della sua community puntando dritto al cuore. Fuori e dentro metafora.

Ci leggiamo presto!

Entra a far parte del nostro canale Telegram!

Ogni giorno news, riflessioni, approfondimenti e tanto altro in esclusiva per la nostra community.

Avatar photo
Dicono che io faccia il giornalista ma in realtà inseguo solo da sempre la mia curiosità. Sollazzo e affanno perpetui. Ogni racconto ha il suo vestito: cerco di tagliarlo e cucirlo rendendogli semplicemente onore. Ironia e capacità di non prendersi troppo sul serio sono due bussole che tendo a non lasciare fuori dalla mia bisaccia.