Netflix crea delle sculture bee-friendly per la nuova serie “Man vs Bee”

Avatar photo
28 Giugno 2022
Il tempo di un caffè
+ -

L’associazione benefica “British Bee Charity” in collaborazione con Netflix per il lancio della serie “Man vs Bee” crea delle statue commestibili per dare nutrimento alle api.

Dalla lotta con un’ape al sostegno per le specie di api a rischio

“Man vs Bee” è una serie comica Netflix in cui il protagonista Rowan Atkinson, conosciuto per il suo ruolo storico come Mr. Bean, nei panni dell’house sitter Trevor si trova in lotta perenne con un’ape dispettosa che invade la villa di lusso di cui deve prendersi cura mettendolo in non pochi guai.

Credit: Magazine Pragma

Per promuovere la serie in uscita il 24 giugno, Netflix ha scelto di collaborare con l’associazione benefica inglese British Bee Charity per sensibilizzare la popolazione sull’importanza delle api per il nostro pianeta.  Infatti, secondo una ricerca condotta dall’’ente benefico sulla popolazione inglese, tre persone su dieci (30%) non sono a conoscenza del motivo per cui le api sono così importanti per l’ambiente.

Le sculture per sensibilizzare sul ruolo delle api per il nostro pianeta

Da qui la decisione di collaborare con il colosso dello streaming per il lancio di una serie che ha come protagonista proprio un’ape. Nascono così le sculture “Growin Atkinson”, esposte all’esterno della St. Paul’’s Cathedral di Londra, rappresentanti il protagonista della serie. Si tratta di sculture bee-friendly, pensate per dare nutrimento alle api e sensibilizzare sull’argomento. Su di esse sono presenti fiori ricchi di nettare ed è stato aggiunto del polline per attirare le api e dare loro nutrimento, evitando così l’estinzione di alcune specie a rischio nel Regno Unito.

L’esposizione non è l’unica attività in cui è stata coinvolta la British Bee Charity. Infatti, è stato indetto anche un giveaway con in palio dei semi per invitare chi li vince a piantare fiori selvatici, così da abbellire i loro giardini con fiori coloratissimi e vivaci e, allo stesso tempo, contribuire a salvare le specie di api a rischio sul territorio inglese. In mostra dal 24 giugno, una volta finita la loro esposizione temporanea davanti alla cattedrale inglese, le sculture verranno donate all’ente benefico e continueranno ad essere d’aiuto per le specie di api a rischio, fornendo loro un ricco buffet di polline.

Credit: Wales Online

Rowan Atkinson ha commentato: “Il mio alter ego, Trevor, potrà anche lottare con un’ape, ma personalmente sono contento che queste eccentriche sculture aiutino ad aumentare la consapevolezza della situazione delle api native britanniche nel paese. Ricche di polline, nettare e fiori le statue sono fatte per strappare un sorriso, sensibilizzare sulla situazione ambientale e creare un buffet per le api nel tentativo di aiutarle a superare l’estate.”

Greg Bool di British Bee Charity ha aggiunto: “La maggior parte delle persone sa che il miele viene dalle api, ma pochi si rendono conto che ci sono oltre 250 specie di api diverse nel Regno Unito. Con così tanti ora consapevoli che le api hanno bisogno di aiuto, c’è stato un aumento del numero di alveari nel Regno Unito, ma forse dovremmo prima educare le persone a piantare più piante e fiori ricchi di polline per le api affamate. Questo è il motivo per cui abbiamo collaborato con Netflix nella creazione di una serie di fioriere per dare nutrimento alle api, rappresentati il tesoro nazionale britannico Rowan Atkinson, per celebrare il lancio di “Man vs Bee“, sensibilizzando allo stesso tempo sulla difficile situazione delle specie autoctone di api britanniche.”

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle quarantamila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Avatar photo
La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Potrebbe piacerti anche

+ -
Popcorn e pubblicità in arrivo
+ -
Ultime dal metaverso
+ -
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie. Cliccando su rifiuta o chiudendo il banner si rifiutano tutti i cookie. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie attivare.
Cerca tra gli articoli
Control Center
Dark mode
Segnalibri
Notifiche
Cookies

Ehi lettore!

Tutte le domeniche alle 09:00 quasi 3.000 iscritti ricevono la nostra newsletter settimanale.

Cosa contiene? Un recap del meglio della settimana che potresti aver perso e 2 speciali inediti direttamente dalla nostra redazione. Un ambiente più intimo per chi vuole approfondire le tematiche dell’advertising. Unisciti a colleghi e appassionati e accompagna nel modo giusto la tua tazza di caffè.

Ti aspettiamo dentro!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!
Grazie per essere entrato nel pianeta Gazzetta! Ci leggiamo Domenica!

Ehi lettore!

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

Se ti è piaciuto l’articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra newsletter con un semplice passaggio qui sotto!

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana, ogni domenica.

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!

Focus

Ragione e sentimento, matematica e grandi intuizioni: il marketing come non ve lo hanno ancora raccontato.

Il canale di comunicazione del XXI secolo è un ecosistema sempre più vasto. Proviamo a renderlo più familiare facendo chiarezza.

Senza una punta di genio la pubblicità sarebbe solo cronaca. Fortunatamente, il mondo dell’advertising abbonda di effetti speciali, colori e grandissime menti!