Speciale Elezioni 2022 – la comunicazione di Fratelli d’Italia è per i boomer

Avatar photo
20 Settembre 2022
Silenzia il telefono
+ -

Come è andata la campagna elettorale di Fratelli d’Italia e che scelte di comunicazione ha portato avanti il partito di Giorgia Meloni. Ecco la nostra analisi a pochi giorni dal voto finale.

Esattamente cinque giorni al voto. Il countdown è ufficialmente iniziato e se i partiti iniziano a tirare le somme di quanto fatto durante la campagna e si preparano a sferrare gli ultimi colpi alle costole degli avversari, noi in redazione abbiamo deciso di tirare una linea sulle strategie comunicative delle principali forze politiche al fine di analizzarle e riportarvi un riassunto di quanto fatto.

Dopo aver commentato le gesta di Lega e Forza Italia, oggi tocca a Fratelli d’Italia, principale forza del centrodestra secondo i sondaggi.

Il partito: programma e obiettivi

Ormai tutti conoscerete le posizioni e i programmi dei partiti, ma è necessario fare un breve abstract per poter poi comprendere scelte comunicative e pubblicitarie di ogni schieramento in campo.

In punti, qui sotto elenchiamo i principali capisaldi su cui si fonda il programma di Fratelli d’Italia:

Flat tax per le partite Iva fino a 100mila euro di fatturato
Blocco dell’immigrazione
– Innalzamento del tetto dei contanti
– Saldo e stralcio delle cartelle per le “persone in difficoltà” e tregua fiscale
– Sì a rigassificatori e a nuovi gasdotti
– Svincolare il prezzo dell’energia da quello del gas
– Passaggio al sistema presidenziale
– Piattaforma per la promozione del made in Italy

La campagna elettorale: ok boomer, questa è per te

Social Media

Il partito di Giorgia Meloni è presente su tutte le principali piattaforme dove il dibattito si accende (e lei sa sicuramente come farlo) con questa potenza di fuoco:

Facebook: +400.000 fan
Instagram: +200.000 follower
YouTube: +200.000 iscritti
Twitter: +180.000 follower 
Telegram: +4.000 iscritti

Lo stile comunicativo adottato dal partito su tutte le piattaforme è “urlante”. L’obiettivo è alzare la voce su temi che possano innescare molto velocemente la condivisione o il clickbait, senza badare troppo al design e l’estetica dei contenuti. Esempi sono la sfida con a Enrico Letta, spesso lanciata anche attraverso una cornice nazionalpopolare come il calcio, o la ricondivisione di video di avversari politici che la criticano ampiamente, l’utilizzo di simboli, di un gergo ed espressioni se vogliamo molto vicini a quella categoria di “leoni da tastiera” seriali dei social media, che si riconosceranno di sicuro anche nello stile delle grafiche pubblicate e nell’inserimento su immagini e video di titoloni che ricordano i post scandalistici che tanto fanno presa in rete.

Il piano editoriale è il medesimo su tutte le piattaforme social, particolare che dal punto di vista tecnico non considera i diversi tipi di target presenti inficiando potenzialmente l’efficacia di comunicazione (il pubblico di Facebook è ormai profondamente diverso da quello presente su Instagram o Twitter).

Offline

Offline la campagna di Fratelli d’Italia si articola nelle classiche metodologie già viste in tutte le elezioni: cartellonistica, gazebo e piazze.

Proprio il volto di Giorgia Meloni è stato uno dei primi ad apparire sugli OOH per le strade d’Italia, dove già da metà agosto il messaggio principale è stato “Pronti a risollevare l’Italia” con un visual che si è diffuso velocemente in tutto lo stivale.

Manifesto elettorale di Fratelli d’Italia

Peculiarità di questa campagna per le politiche è stato il quasi totale assenteismo delle manifestazioni di piazza dei partiti. Vuoi per il poco tempo a disposizione, le ferie di agosto o come in molti dicono la paura di dover fare fronte a piazze vuote (c’è ben poca passione e fiducia verso la politica negli elettori), quasi tutte le forze politiche in corsa hanno evitato le apparizioni sul suolo pubblico. Eccezione è proprio Fratelli d’Italia, che ha previsto un tour da Nord a Sud in cui di fatto la Meloni ha riscontrato alta partecipazione e consenso.

Quanto ci segui da 1 a Instagram?

Ogni giorno sui nostri social media pubblichiamo notizie esclusive che non puoi trovare sul sito. News, pills, stories e sondaggi per aiutarti a comprendere sempre meglio il mondo del marketing e della pubblicità! Ti basta scegliere a quale canale sei più affezionato e cliccare qui sotto.

Il leader: selfie e unghie affilate

Il partito è lo specchio del suo leader, ma non certo in termini di numeri e audience. La dirompenza comunicativa di Giorgia Meloni la porta a quintuplicare mediamente la fanbase dei canali social media di partito, rendendola a tutti gli effetti il vero ariete della strategia elettorale di Fratelli d’Italia.

Facebook: +2.000.000
Instagram: +1.000.000
Twitter: +1.000.000
TikTok: +100.000 

Lo stile comunicativo della Meloni è molto simile a quello adottato dal suo partito, ma se possiamo ancor più altisonante e senza freni. La leader, oltre che far leva sui capisaldi del proprio programma, mette in evidenza gli attacchi a cui è sottoposta ogni giorno da parte di avversari o in generale dai suoi detrattori. Per farlo usa immagini, titoli e parole forti, affinché ai suoi sostenitori arrivi chiaro il messaggio: “Combattiamo insieme e non facciamoci intimidire”.

Un capitolo a parte meritano i selfie: se da una parte spesso e volentieri sono stati oggetto di meme sul web, dall’altro hanno un intento comunicativo molto chiaro: soprattutto utilizzato alla fine dei comizi infatti, il selfie a braccio aperto con la sua gente sullo sfondo trasmette ai suoi sostenitori affetto e partecipazione, avvicinandola al suo elettorato e rafforzando il concetto di squadra unita verso un unico obiettivo.

È nel parlato invece che la leader di Fratelli d’Italia accende la miccia: partendo dall’ormai celebre discorso in spagnolo tenuto in Andalusia per sostenere l’ultradestra di Vox (per onor del vero Meloni non usa sempre questi toni), durante questa campagna la leader si è contraddistinta per un linguaggio molto popolare, appositamente poco forbito e politicante e i suoi interventi hanno toccato principalmente quei temi nazionalpopolari (costi energetici, immigrazione, Europa) che la hanno aiutata a sollevare consenso e applausi durante i suoi comizi.

La campagna elettorale sta volgendo al termine, e la scoppiettante linea comunicativa che ci aspettavamo da Fratelli d’Italia si è confermata su tutti i fronti. A giudicare dal social listening e dai sondaggi sembra che questa strategia stia riscuotendo il suo successo, ma come sempre il voto è un’altra storia.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle quarantamila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Avatar photo
La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Potrebbe piacerti anche

+ -
5 tendenze per il 2023
+ -
Gazzetta Partner
+ -
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie. Cliccando su rifiuta o chiudendo il banner si rifiutano tutti i cookie. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie attivare.
Cerca tra gli articoli
Control Center
Dark mode
Segnalibri
Notifiche
Cookies

Ehi lettore!

Tutte le domeniche alle 09:00 quasi 3.000 iscritti ricevono la nostra newsletter settimanale.

Cosa contiene? Un recap del meglio della settimana che potresti aver perso e 2 speciali inediti direttamente dalla nostra redazione. Un ambiente più intimo per chi vuole approfondire le tematiche dell’advertising. Unisciti a colleghi e appassionati e accompagna nel modo giusto la tua tazza di caffè.

Ti aspettiamo dentro!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!
Grazie per essere entrato nel pianeta Gazzetta! Ci leggiamo Domenica!

Ehi lettore!

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

Se ti è piaciuto l’articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra newsletter con un semplice passaggio qui sotto!

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana, ogni domenica.

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!

Focus

Ragione e sentimento, matematica e grandi intuizioni: il marketing come non ve lo hanno ancora raccontato.

Il canale di comunicazione del XXI secolo è un ecosistema sempre più vasto. Proviamo a renderlo più familiare facendo chiarezza.

Senza una punta di genio la pubblicità sarebbe solo cronaca. Fortunatamente, il mondo dell’advertising abbonda di effetti speciali, colori e grandissime menti!