La moda di lusso arriva nel metaverso con il nuovo Avatar Store di Meta

Avatar photo
3 Luglio 2022
Il tempo di un caffè
+ -

Meta annuncia il suo nuovo “Avatar Store” per la personalizzazione degli avatar nel Metaverso, dove sarà possibili acquistare capi firmati Balenciaga, Prada e Thom Brown.

Annunciato durante una live Instagram dal CEO Marc Zuckerberg, Meta si prepara al lancio del nuovo Avatar Store sul metaverso. Il negozio offrirà moltissime possibilità di personalizzazione tramite l’acquisto di nuovi abiti da far indossare agli avatar, futuri protagonisti del nuovo universo virtuale. I vestiti, che saranno disponibili nel nuovo negozio virtuale, permetteranno agli utenti di esprimere la propria personalità attraverso outfit creativi e originali.

Credit: dezeen

La moda anche per gli avatar

“Il tuo avatar è un’espressione digitale della tua personalità. Può trasmettere se sei estroverso o introverso, il tuo senso dell’umorismo e anche il tuo senso della moda. Sappiamo che molti di voi vogliono rappresentare a pieno sé stessi e i propri interessi, abbellendo i propri avatar con abiti di alcuni dei marchi più importanti del mondo. Vogliamo consentire a tutti di presentare la migliore versione di sé stessi” le parole di Meta sul lancio del nuovo Avatar Store.

Anche il CEO di Balenciaga, Cédric Charbit, si è mostrato entusiasta del progetto in collaborazione con Meta: “Quando Meta ha twittato, “Hey @Balenciaga, qual è il dress code nel metaverso?” siamo stati subito coinvolti. Web3 e Meta stanno portando opportunità senza precedenti per Balenciaga, il nostro pubblico e i nostri prodotti, aprendo nuovi territori per il lusso.”

Lo store digitale sarà lanciato sui social del gruppo Meta dove è attualmente possibile creare ed utilizzare il proprio avatar digitale, ovvero Instagram, Facebook e Messenger.

Se durante la creazione vengono forniti degli abiti gratuiti, nello store saranno invece presenti capi da acquistare firmati da brand di alta moda come Balenciaga, Prada e Thom Brown.

Credit: dezeen

Eva Chen, VP della divisione Fashion Partnerships di Meta, ha dichiarato durante la presentazione in live che il costo sarà molto più contenuto rispetto all’acquisto di un capo firmato nelle boutique fisiche. I prezzi nello store, infatti, andranno da un minimo di $2,99 a $8,99, secondo quanto dichiarato da Meta.

Store aperto a brand e sviluppatori

“I beni digitali saranno un modo importante per esprimersi nel metaverso e un grande motore dell’economia creativa. Non vedo l’ora di vedere gli avatar personalizzati con i nuovi outfit e di portare altre marche molto presto nella realtà virtuale”, ha spiegato Zuckerberg durante la diretta, mostrando i primi abiti che saranno proposti sullo store indossati dal suo avatar.

Meta ha, infatti, intenzione di rendere lo store digitale un mercato libero in cui gli sviluppatori possano sbizzarrirsi e creare e vendere abbigliamento da loro ideato, oltre a collaborare con altri marchi famosi.

I prossimi lanci in collaborazione con altri brand di moda seguiranno i trend attuali, permettendo agli utenti di personalizzare e rendere alla moda anche la versione digitale di sé stessi, a prezzi decisamente più abbordabili rispetto a quelli della vita reale.

L’obiettivo dello store digitale, che non sarà sicuramente l’unico ideato da Meta, è la vendita di oggetti digitali che farebbe guadagnare grosse somme di denaro che permetterebbero al colosso social di allontanarsi dalla pubblicità come fonte di guadagno principale.

Lo store aprirà le sue porte virtuali nelle prossime settimane in Canada, Messico, Thailandia e negli Stati Uniti per poi essere ampliato anche ad utenti provenienti da altri Paesi.

Ci leggiamo presto!

Avatar photo
La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Potrebbe piacerti anche

+ -
5 tendenze per il 2023
+ -
Gazzetta Partner
+ -
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie. Cliccando su rifiuta o chiudendo il banner si rifiutano tutti i cookie. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie attivare.
Cerca tra gli articoli
Control Center
Dark mode
Segnalibri
Notifiche
Cookies

Ehi lettore!

Tutte le domeniche alle 09:00 quasi 3.000 iscritti ricevono la nostra newsletter settimanale.

Cosa contiene? Un recap del meglio della settimana che potresti aver perso e 2 speciali inediti direttamente dalla nostra redazione. Un ambiente più intimo per chi vuole approfondire le tematiche dell’advertising. Unisciti a colleghi e appassionati e accompagna nel modo giusto la tua tazza di caffè.

Ti aspettiamo dentro!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!
Grazie per essere entrato nel pianeta Gazzetta! Ci leggiamo Domenica!

Ehi lettore!

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

Se ti è piaciuto l’articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra newsletter con un semplice passaggio qui sotto!

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana, ogni domenica.

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!

Focus

Ragione e sentimento, matematica e grandi intuizioni: il marketing come non ve lo hanno ancora raccontato.

Il canale di comunicazione del XXI secolo è un ecosistema sempre più vasto. Proviamo a renderlo più familiare facendo chiarezza.

Senza una punta di genio la pubblicità sarebbe solo cronaca. Fortunatamente, il mondo dell’advertising abbonda di effetti speciali, colori e grandissime menti!