E se la pace tra Russia e Ucraina fosse siglata in una stanza del metaverso?

Avatar photo
15 Novembre 2022
Il tempo di un caffè
+ -

Un’azienda italiana sta lavorando ad un progetto che permetterà una comunicazione più sicura tra gli esponenti politici più influenti del mondo: una vera stanza della pace nel metaverso

In un momento delicato come quello che stiamo vivendo sul piano internazionale, dove i riflettori sono tutti puntati su un auspicato incontro tra Putin e Zelensky, creare le condizioni favorevoli ai negoziati di pace diventa una missione perseguibile anche nel mondo virtuale. Così una società italiana ha progettato di creare nel metaverso “la Stanza della Pace”, dove i leader possano incontrarsi in piena sicurezza.

L’utilizzo dei migliori sistemi di crittografia esistenti permetterà al metaverso di essere non solo uno spazio commerciale e ludico, ma di acquisire notevole importanza anche per quanto riguarda gli incontri virtuali ad alto livello. E di giocare, come in questo caso, un ruolo estremamente rilevante nei rapporti internazionali.

I rapporti internazionali sono più facili da intrattenere nel metaverso?

Federico Podavini, CTO venticinquenne nonchè socio della nuova realtà imprenditoriale italiana Outatime, ha ricondotto la nascita del progetto all’esigenza imminente di risolvere i conflitti tra i leader di Russia e Ucraina. Qualora dovesse funzionare, la Stanza della Pace potrebbe diventare la location virtuale perfetta dove tenere incontri tra esponenti politici mondiali, incontri che nella vita reale diventa sempre più difficile organizzare (anche per le tante cautele di andare uno a casa dell’altro o su territorio neutro). “Oggi gli incontri di questo livello nel mondo reale sono molto complessi nella fase di gestione e nell’organizzazione, soprattutto dal punto di vista della logistica e della sicurezza internazionale ed è proprio per questo che abbiamo deciso di mettere a disposizione del processo di pace una stanza virtuale dove poter fare incontri al massimo livello di sicurezza e con un coinvolgimento maggiore di quello che si può ottenere in una normale call o videocall”, ha spiegato Padovini.

@frizzoh.eth Qual’è il vostro preferito? 🧑‍💻 @frizzoh.eth #nftita #cryptoita #metaverso #meta #thesandbox #decentraland ♬ Disaster – KSLV Noh

Il metaverso a prova di hacking

La massima sicurezza viene garantita dalla creazione di una comunicazione diretta tra utenti, in modo tale che nemmeno l’azienda stessa possa accedere ai dati. Durante la pandemia, le comunicazioni sono state affidate a piattaforme digitali incapaci di garantire questo tipo di riservatezza, permettendo l’intrusione di sconosciuti nel sistema anche in assenza di un invito.

“Lo sforzo tecnologico – ha spiegato il generale Francesco Ippoliti, il pluridecorato esperto in Intelligence, Geopolitica, Conflitti internazionali e sostenitore del progetto – è quello di riuscire a integrare il programma, mediante la dotazione di idonei apparati, con la trasmissione mediante un segnale criptato che garantisca la riservatezza dei colloqui e possa essere garanzia per le decisioni prese. Il segnale, che darà vita all’Avatar, sarà così difficilmente intercettabile e sarà la condizione dell’affidabilità del progetto stesso”.

Ci leggiamo presto!

Avatar photo
Quando ero piccola non avevo un diario segreto, ma almeno una decina: le storie da raccontare sono da sempre state troppe. A volte basta davvero poco per chi scrive: un minuscolo dettaglio può diventare un racconto incredibile. E io cerco di scovare i dettagli più interessanti. Aspirante giornalista pubblicista. Nel tempo libero, studio legge e scrivo racconti sugli amici di sempre.

Potrebbe piacerti anche

+ -
+ -
+ -
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie. Cliccando su rifiuta o chiudendo il banner si rifiutano tutti i cookie. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie attivare.
Cerca tra gli articoli
Control Center
Dark mode
Segnalibri
Notifiche
Cookies

Ehi lettore!

Tutte le domeniche alle 09:00 quasi 3.000 iscritti ricevono la nostra newsletter settimanale.

Cosa contiene? Un recap del meglio della settimana che potresti aver perso e 2 speciali inediti direttamente dalla nostra redazione. Un ambiente più intimo per chi vuole approfondire le tematiche dell’advertising. Unisciti a colleghi e appassionati e accompagna nel modo giusto la tua tazza di caffè.

Ti aspettiamo dentro!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!
Grazie per essere entrato nel pianeta Gazzetta! Ci leggiamo Domenica!

Ehi lettore!

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

Se ti è piaciuto l’articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra newsletter con un semplice passaggio qui sotto!

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana, ogni domenica.

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!

Focus

Ragione e sentimento, matematica e grandi intuizioni: il marketing come non ve lo hanno ancora raccontato.

Il canale di comunicazione del XXI secolo è un ecosistema sempre più vasto. Proviamo a renderlo più familiare facendo chiarezza.

Senza una punta di genio la pubblicità sarebbe solo cronaca. Fortunatamente, il mondo dell’advertising abbonda di effetti speciali, colori e grandissime menti!