|

Argentina campione? Era già tutto scritto in uno spot

Avatar photo
19 Dicembre 2022
Praticamente uno snack

L’incredibile serie di coincidenze che indicavano la vittoria dell’Argentina al Mondiale nello spot della birra Quilmes 

Lo spot di Quilmes

Era già scritto. Sì uno spot lo aveva già predetto che l’Argentina sarebbe tornata sul tetto del mondo dopo 36 anni. Non c’entra la profetica fotografia di Maradona con la coppa in una mano e l’altra ad indicare la bandiera del Qatar. Qui siamo molto più nel concreto e il merito va ad uno spot della birra “albicelesete” Quilmes (qualcuno la ricorderà come storico sponsor del Boca Juniors). 

La foto profetica di Maradona

Dalla pioggia a Giove in Pesci

Credete alle coincidenze? Bene, proprio loro hanno portato dritto al trionfo mondiale di Messi e compagni. Gli allineamenti con il 1986 scovati da Quilmes sono impressionanti. Da Giove nei pesci sino all’orario della finale (mezzogiorno) passando per la qualificazione del Canada, la mancata partecipazione del Cile o le visite argentine di Robert De Niro. E del Natale piovoso nell’anno prima a Buenos Aires (non proprio comune considerando che in Argentina è estate)? La raffica di coincidenze è incredibile ed è ancora più straordinaria se si considera che lo spot è stato girato prima dei Mondiali. Insomma Quilmes ci ha creduto. E ha vinto. 

Messi bacia la coppa del mondo

E poi c’è Messi

Il claim arriva, da manuale, all’apice emotivo quando il parallelismo forte è quello tra Maradona e Messi: il giocatore più forte del mondo del momento. “Per chi necessita di coincidenze ci sono le coincidenze. Per chi ha bisogno della squadra c’è la squadra”. E poi c’è l’Italia. Che in questo momento avrebbe bisogno di entrambe. 

Ci leggiamo presto!

Entra a far parte del nostro canale Telegram!

Ogni giorno news, riflessioni, approfondimenti e tanto altro in esclusiva per la nostra community.

Avatar photo
Dicono che io faccia il giornalista ma in realtà inseguo solo da sempre la mia curiosità. Sollazzo e affanno perpetui. Ogni racconto ha il suo vestito: cerco di tagliarlo e cucirlo rendendogli semplicemente onore. Ironia e capacità di non prendersi troppo sul serio sono due bussole che tendo a non lasciare fuori dalla mia bisaccia.