|

Cannes Lions 2023: ecco chi vince secondo le agenzie italiane

Avatar photo
16 Giugno 2023
Tocca mettersi comodi

Abbiamo contattato alcune delle principali agenzie pubblicitarie italiane, proponendogli di lanciarsi in una previsione per l’imminente inizio dei Cannes Lions Festival. Quali sono le due campagne meritevoli di un Leone? Ecco le risposte dei direttori creativi.

Quest’anno le attesissime Leo Burnett Cannes Predictions compiono 35 anni e accompagnano il festival da ormai metà della sua storia. Una tradizione che, inevitabilmente, ha fermato le altre firme dell’industria creativa nel cimentarsi nelle proprie Predictions.

Come lo scorso anno, però, la redazione ha scelto di dare voce ad alcune delle principali agenzie pubblicitarie italiane. Abbiamo chiesto ai direttori creativi: quali sono i due progetti più meritevoli di essere premiati ai Cannes Lions 2023?

Ecco le loro risposte!

DDB Group Italy – Gabriele Caeti, Executive Creative Director

Sono due progetti diametralmente opposti e li ho selezionati proprio per questo, da un lato la realtà nuda e cruda di un’operazione che mi ha emozionato sotto tutti i punti di vista e che ha un insight fortissimo con un’esecuzione semplice e diretta e dall’altro la leggerezza della finzione in tutto il suo splendore che mi ha fatto ridere e giocare, fin troppo, a Fifa23. Sono due pareri molto soggettivi ma che riassumono un po’ quello che vorrei vedere a Cannes quest’anno, non solo purpose ma anche un po’ di stupidità.

1. The Last Photo 

Brand: Campaign Against Living Miserably (CALM), ITV

Agenzia: adam&eveDDB

2. Fifa23 x Ted Lasso

Brand: EA Sports, Apple

Agenzia: EA Sports, Apple

DifferentFrancesco Guerrera, Chief Creative Officer

1. The Greatest

Brand: Apple

Agenzia: Apple

In un mondo fatto di artificialità e di performance estreme un brand come Apple ha deciso di esaltare il difetto. Di glorificare chi si pensa sia svantaggiato. E lo ha fatto sempre nello stile ormai inconfondibile di Apple. Mettendo al centro il prodotto. Brillante e coraggioso.

2. Heinzjack 

Brand: Heinz

Agenzia: FP7 McCann Dubai

Questa campagna è semplicemente brillante da tanti punti di vista. Dall’esecuzione al budget, dai risultati a come hanno raccontato nel case movie la fine con l’arresto da parte della polizia. È l’esempio perfetto di coraggio e la risposta precisa a chi dice che servono grandi budget per fare grandi idee.. servono solo clienti coraggiosi e creativi brillanti.

We Are SocialPaulo Gonzalez, Creative Director

1. Papa?

Brand: Canal+

Agenzia: BETC

Questo Branded Content fatto da Canal + per raccontare la sponsorship al Clermont-Ferrand International Short Film è geniale, con la componente drammatica – non c’è contenuto senza dramma – e quella comica insieme. Un’idea bellissima con una execution altrettanto ben fatta. 

2. The Greatest Story Ever Worn

Brand: Levi’s

Agenzia: Droga5 New York

Per celebrare i 150 anni dei 501, Levi’s ha portato in vita alcune storie vere, ma quasi incredibili, che raccontano l’impatto di questo brand sulla cultura americana. Una serie di film molto belli con un craft pazzesco. Meriterebbero molto in questa edizione di Cannes. 

Ogilvy – Lavinia Francia e Francesco Basile, Executive Creative Director

1. Proudly Second Best

Brand: IKEA

Agenzia: DAVID Madrid, INGO Hamburg

Un capolavoro di sintesi, una campagna emozionante e vera basata su un insight fortissimo. Il brand e i suoi prodotti si fanno da parte per celebrare la realtà dell’essere genitori nei suoi momenti più quotidiani, facendo spazio allo straordinario legame tra genitori e figli.

2. Mommoth Meatball

Brand: Vow

Agenzia: Wunderman Thompson

Una campagna straordinaria perché riesce a inserirsi in una conversazione molto attuale, ma proprio per questo ricca di informazioni e di voci, quella sull’impatto ambientale della produzione delle risorse, con un tono di voce completamente diverso e per questo disruptive. Ma soprattutto con un elemento incredibile e surreale: la polpetta di Mammuth è un’icona, capace di creare curiosità, word of mouth e soprattutto di dimostrarci ancora una volta che l’impossibile è possibile.

Dentsu Creative Italy – Riccardo Fregoso, Executive Board Member e Chief Creative Officer

“Rispondo con due campagne già shortlisted nella categoria Innovation la prima e Innovation + Titanium la seconda, che naturalmente sono un termometro abbastanza affidabile per i pronostici. Ma anche perché rappresentato davvero la crème delle tematiche socio-culturali verso cui la nostra industry dovrebbe orientarsi.

1. Mommoth Meatball

Brand: Vow

Agenzia: Wunderman Thompson

Combinare data, tech e cultural insights per aprire nuovi territori e lanciare nuove conversazioni, con un impatto durevole nella nostra cultura, questo è quello che a mio avviso ogni grande campagna dovrebbe fare, ed è quello che ha fatto The Mammoth Meatball, completando il DNA di mammuth con frammenti di materiale genetico di elefanti africani, e producendo la prima “polpetta” di una carne “estinta” da più di 3600 anni:

2. Certified Human

Brand: Intel

Agenzia: dentsu mcgarrybowen Chicago

Stessa riflessione per Certified Human, una campagna che ci immerge nelle grandi sfide della contemporaneità: come creare un futuro capace di integrare AI e Deepfake al nostro quotidiano, senza esserne vittima. Vi lascio scoprire la soluzione geniale elaborata da Intel:

Hello – Giovani Leoni della categoria Digital: Maria Angela Mandica, Senior Art Director, e Lorenzo Canazza, Senior Creative

1. Missing Matoaka

Brand: Muskrat Magazin

Agenzia: BBDO Canada

Con questo progetto sono riusciti in modo diretto e semplice a raccontare temi importanti e complessi, facendo leva su una storia conosciuta a livello mondiale ma basata su una falsa narrativa che semplicemente attraverso un doppiaggio viene scardinata e reinterpretata. 

2. Bring Home The Bud

Brand: Budweiser

Agenzia: Wieden + Kennedy New York

In una frase: “Ehi Siri, definisci Crisis Management”. Budweiser ancora una volta dimostra che la comunicazione di prodotto può essere leggera, irriverente ma estremamente funzionale per il business.

DUDE Milano – Davide Labò e Luca Riva, Creative Directors

1. Coincidencias

Brand: Quilmes

Agenzia: draftLine Buenos Aires

Un film di una birra, per un Nazionale, in occasione dei Mondiali. C’erano tutti gli ingredienti per un campagna dall’alto coefficiente retorico. Ma la birra è Quilmes, la Nazionale è quella Argentina e il risultato è praticamente perfetto, a partire dal fondo, ovvero la line finale. Premio speciale anti-scaramanzia per il sequel uscito subito dopo la vittoria dei Mondiali.

2. Ketchup Fraud

Brand: Kraft Heinz

Agenzia: Rethink Toronto

Ultimamente – ma nemmeno troppo – l’intelligenza artificiale è sempre più al centro dell’attenzione, soprattutto quando si parla di advertising, orientando il dibattito più sull’esecuzione che sul pensiero creativo alla base. Ecco, in questo contesto, “Ketchup Fraud” ci ricorda come per realizzare una grande campagna, servano soprattutto un grande insight e una gran bella idea.

DLVBBDO – Daniele Dionisi e Serena Di Bruno, Executive Creative Directors

1. The Last Photo 

Brand: Campaign Against Living Miserably (CALM), ITV

Agenzia: adam&eveDDB

Un lavoro potentissimo, che parte da un insight profondo e inaspettato. Questo progetto ci dimostra cosa può fare la comunicazione quando è eseguita al meglio: farci scoprire un punto di vista diverso sulla, invitarci alla riflessione e darci gli strumenti per agire. Ricordare che anche una persona che appare felice può in realtà non esserlo è il primo passo per riconoscere un disagio e intervenire per affrontarlo.

2. Heinzjack 

Brand: Heinz

Agenzia: FP7 McCann Dubai

Un hacking media davvero intelligente. Quello che fa fare il salto a questa idea è però la gamification che si porta dietro. Non solo Heinz ha trovato un modo insolito per mostrare il suo brand senza spendere milioni in sponsorizzazione della World Cup, ma ha anche fatto in modo che tutto volessero trovarlo e inseguirlo.

Wunderman Thompson Italy – Luca Iannucci, Executive Creative Director

1. Mommoth Meatball

Brand: Vow

Agenzia: Wunderman Thompson

Questa audace campagna PR, ripresa da oltre 3.400 testate nel mondo, si spinge oltre i limiti del possibile dal punto di vista scientifico. Esattamente il tipo di creatività che merita di essere celebrata a Cannes.

2. Ketchup Fraud

Brand: Kraft Heinz

Agenzia: Rethink Toronto

Semplice, intelligente, ben eseguita e ripaga in pieno il posizionamento del brand. Annunci come questo sono il motivo per cui ho iniziato a fare questo lavoro.

Caffeina – Federico Saccani, Executive Creative Director

1. Mommoth Meatball

Brand: Vow

Agenzia: Wunderman Thompson

2. The Singularity

Brand: Squarespace

Agenzia: Smuggler

Nessuna delle agenzie coinvolte in questo esperimento sapeva le scelte altrui, ma come avete visto in alcuni casi le opinioni dei direttori creativi coincidono.
Tra le campagne da loro indicate ci saranno alcune delle vincitrici dei Cannes Lions 2023? Manca davvero poco per saperlo, e come sempre la redazione seguirà per voi i 5 giorni di manifestazione, quest’anno direttamente dal Palais!

Se anche voi volete cimentarvi nelle predictons avete ancora tempo per iscrivervi al FantaCannes 2023. Fino alle 23.59 del 17 giugno potrete comporre la vostra squadra scegliendo le migliori campagne, brand e agenzie che potrebbero trionfare al Festival della Creatività.

Ci leggiamo presto!

A cura di
Avatar photo
Gazzetta PRO