|

La pubblicità già “aiuta” Netflix: +2,4 milioni di utenti

Avatar photo
19 Ottobre 2022
Il tempo di un caffè

Il colosso americano ribalta il trend in calo dell’ultimo anno anche annunciando la pubblicità sulla piattaforma. Ancora deve arrivare ma si avvertono i primi risultati

Con una lettera agli azionisti Netflix ha annunciato di “essere sulla buona strada per accelerare la crescita”, rilevando l’aumento di 2,4 milioni di nuovi abbonati nel terzo trimestre, da luglio a settembre del 2022. Nonostante le previsioni che vedevano gli ingressi aumentare di poco più di un milione, Netflix ora porta i suoi numeri totali a 223,09 milioni di utenti. I dati risultano in leggero miglioramento ma soprattutto certificano che la caduta libera a cui si stava assistendo dovrebbe essere terminata.

Quanto ci segui da 1 a Instagram?

Ogni giorno sui nostri social media pubblichiamo notizie esclusive che non puoi trovare sul sito. News, pills, stories e sondaggi per aiutarti a comprendere sempre meglio il mondo del marketing e della pubblicità! Ti basta scegliere a quale canale sei più affezionato e cliccare qui sotto.

Nonostante questo la società riporta che i nuovi ingressi sono stati in misura maggiore nel mercato asiatico e dell’area del Pacifico (+ 1.04 milioni), mentre nel nord America gli abbonati sono cresciuti di “sole” 100.000 unità. Questo certifica che il peso dei competitors si fa sentire più sul suolo americano mentre i mercati esteri hanno ancora delle potenzialità non pienamente esplorate.

Il fatturato per questo trimestre si assesta sui circa 7,93 miliardi di dollari, in aumento del 5.9% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, dove chiuse intorno ai 7,50 miliardi di dollari. Dopo l’annuncio di ieri le azioni sono schizzate in alto del 14%, segno che i mercati hanno apprezzato i miglioramenti, seppur relativi, mossi dall’azienda. In questo trimestre, infine, ci si aspetta di continuare su questa strada e di portare alla sottoscrizione dei propri contratti ancora 4,5 milioni di utenti per arrivare ad un fatturato di circa 7,8 miliardi.

netflix
Credits: Netflix

La qualità dei contenuti chiave della crescita

Sicuramente la forte crescita di questo periodo è data dal livello e dalla qualità dei contenuti che la società ha prodotto. Come riporta la stessa azienda, prodotti seriali come Stranger Things Stagione 4, Dahmer e il film The Gray Man sono stati i più visti della storia di Netflix e hanno sicuramente supportato l’incremento di iscritti. Bisogna considerare anche che i dati degli scorsi anni risultano “drogati” dal fattore pandemia: nel primo trimestre del 2020 i nuovi abbonati sono stati circa 15,8 milioni, segnando un record assoluto. Appare quindi comprensibile che i miglioramenti di oggi siano in un certo senso esigui. Inoltre c’è da considerare che i competitors non erano ancora così presenti nel mercato internazionale, o meglio stavano ancora consolidando la loro posizione.

netflix
Credits: NPC Magazine

Proprio riguardo agli avversari non manca nella lunga relazione per gli stakeholders un attacco diretto alle loro strategie: anzitutto affermando che, in accordo con le rilevazioni Nielsen, Netflix, sia negli Stati Uniti che in UK ha un livello di engagement superiore ad Amazon, Disney+ e Hulu. Inoltre, ricorda loro quanto è dura emergere nel settore dell’entertainment di oggi, dove tra i competitors, oltre alla TV lineare ci sono Youtube e tutti i social network, sicuramente più attrattivi per le generazioni più giovani. Senza alcuna modestia Netflix ha stimato che stanno bruciando risorse con perdite oltre ai 10 miliardi di dollari.

Le novità di Netflix in arrivo

In definitiva la piattaforma di streaming appare leggermente ottimista sul futuro, soprattutto grazie al nuovo piano con pubblicità che verrà lanciato a partire da novembre in 12 Paesi che, nelle stime , dovrebbe portare nuove e ingenti forme di profitto. Non è escluso che qualche utente si sia avvicinato proprio per la possibilità, tra poco, di passare agevolmente ad un piano meno dispendioso. In questo senso già solo l’annuncio della svolta può avere aiutato.

Nella relazione si accenna infine alla questione dello stop alla condivisione dell’account con famigliari, amici e conoscenti, su cui si vociferava da mesi. A partire dal 2023 infatti Netflix tenterà nuovi metodi per spingere chi usufruisce oggi senza pagare di un profilo condiviso a trasferirlo sul proprio account, e per chi presta il profilo a creare account separati per far pagare amici e parenti.

Ci leggiamo presto!

Entra a far parte del nostro canale Telegram!

Ogni giorno news, riflessioni, approfondimenti e tanto altro in esclusiva per la nostra community.

Avatar photo
La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.