Netflix, prezzi di lusso: servono 20 milioni per iniziare a fare pubblicità

Avatar photo
5 Settembre 2022
Il tempo di un caffè
+ -

Netflix dovrebbe partire con il piano pubblicitario a novembre e filtrano già i primi prezzi: CPM a 65 dollari con impegno di spesa base fissato a 20 milioni di dollari. E’ già più del Super Bowl

Adesso Netflix ha fretta. Nella corsa alla pubblicità sulle piattaforme streaming (figlia di trimestrali non proprio gaudenti) il colosso delle serie potrebbe già partire a novembre. Il rischio sarebbe quello di farsi superare da Disney + (che sfrutterà dicembre e il Natale) e il motivo è semplice: lapalissiano che il primo a posizionarsi fisserà un pilastro fondamentale di mercato. Banalmente il prezzo.

Ti sta piacendo il nostro articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere i nostri speciali riservati in arrivo ogni domenica!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)

IL CPM

Il lancio dovrebbe avvenire su larga scala con Stati Uniti in prima fila e, probabilmente, altri 12 Paesi (non è chiara l’eventuale presenza dell’Italia). Il tutto galleggia a livello di indiscrezioni ma decisamente solide. Se la piattaforma è, grosso modo, economica per l’utenza lo stesso discorso non possiamo farlo per gli inserzionisti con il costo degli spot che dovrebbe aggirarsi sui 65 dollari per mille impression (per avere un termine di paragone il Super Bowl arrivava a 56 dollari). Vale, tuttavia, sempre la regola d’oro del mercato: chiunque può chiedere quanto vuole ma deve trovare qualcuno disposto a pagarlo. In un mercato di aumenti (di prezzi e costi) sarà così facile per Netflix proporsi come la boutique dell’advertising globale? Una facile previsione porta a supporre che il prezzo potrebbe calare trovando il suo vero livello di mercato.

Lo spot di Netflix per Sanremo 2022

LE GARANZIE DI NETFLIX AGLI INSERZIONISTI

Agli inserzionisti Netflix ha garantito almeno 500.000 abbonati entro la fine 2022 (che saranno incentivati da tariffe vantaggiose per i premi con l’advertising) e la cifra base per le negoziazioni sarà di 20 milioni di dollari. Ergo: solo big player per una big audience (big, per ora, molto relativo considerando i 220 milioni di utenti nel mondo). Escluse rilevazioni da parte di soggetti terzi (un altro prendere o lasciare).  Il che significa, in ogni caso, un occhio particolarmente goloso per chi è interessato al mondo della pubblicità di alto livello come la nostra testata.

LE SFIDE APERTE SUL TARGETING E L’AUTOMAZIONE

Rimangono aperte, comunque, una serie di questioni non proprio di secondo piano che dovranno essere sbrogliate da Jeremi Gorman e Peter Naylor, i manager arrivati da Snap già operativi che rivestono le cariche di presidente della pubblicità mondiale sulla piattaforma e Vp Ad Sales. Prima fra tutte le limitata capacità di targeting insieme al ruolo di Microsoft e la capacità di automazione nell’acquisto e nella gestione degli spazi (ci sarà una squadra di vendita interna?).

I PREZZI DEGLI ABBONAMENTI ALL’UTENTE

Spostandoci, infine, dalla pubblicità in senso specialistico verso il pubblico generale va detto che l’ingresso degli spot (peraltro, visti i costi, probabilmente di alto livello) abbasserà le tariffe degli abbonamenti mensili. Per Netflix il prezzo dovrebbe oscillare tra i 7 e i 9 euro mentre Disney + lo ha fissato a 7,99 euro. +

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle quarantamila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Avatar photo
Dicono che io faccia il giornalista ma in realtà inseguo solo da sempre la mia curiosità. Sollazzo e affanno perpetui. Ogni racconto ha il suo vestito: cerco di tagliarlo e cucirlo rendendogli semplicemente onore. Ironia e capacità di non prendersi troppo sul serio sono due bussole che tendo a non lasciare fuori dalla mia bisaccia.

Potrebbe piacerti anche

+ -
Popcorn e pubblicità in arrivo
+ -
Ultime dal metaverso
+ -
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie. Cliccando su rifiuta o chiudendo il banner si rifiutano tutti i cookie. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie attivare.
Cerca tra gli articoli
Control Center
Dark mode
Segnalibri
Notifiche
Cookies

Ehi lettore!

Tutte le domeniche alle 09:00 quasi 3.000 iscritti ricevono la nostra newsletter settimanale.

Cosa contiene? Un recap del meglio della settimana che potresti aver perso e 2 speciali inediti direttamente dalla nostra redazione. Un ambiente più intimo per chi vuole approfondire le tematiche dell’advertising. Unisciti a colleghi e appassionati e accompagna nel modo giusto la tua tazza di caffè.

Ti aspettiamo dentro!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!
Grazie per essere entrato nel pianeta Gazzetta! Ci leggiamo Domenica!

Ehi lettore!

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

Se ti è piaciuto l’articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra newsletter con un semplice passaggio qui sotto!

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana, ogni domenica.

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)
E come sempre, ci leggiamo presto!

Focus

Ragione e sentimento, matematica e grandi intuizioni: il marketing come non ve lo hanno ancora raccontato.

Il canale di comunicazione del XXI secolo è un ecosistema sempre più vasto. Proviamo a renderlo più familiare facendo chiarezza.

Senza una punta di genio la pubblicità sarebbe solo cronaca. Fortunatamente, il mondo dell’advertising abbonda di effetti speciali, colori e grandissime menti!