Inizio
A cura di Benedetta Conti

Se fosse il tuo cane ad abbandonarti? Havas inverte i ruoli

L’agenzia pubblicitaria di Lisbona ha realizzato uno spot dove un uomo viene abbandonato dal suo amico a quattro zampe per mostrare le emozioni che provano ogni anno più di 10.000 animali

Il mese di luglio è appena finito e coloro che non sono ancora partiti per le vacanze raggiungeranno presto le località turistiche per un po’ di riposo. Se c’è chi vede nell’avvento dell’estate l’opportunità per divertirsi e riposarsi, la realtà per gli animali domestici, come noto, è ben diversa: in media ogni anno nel periodo estivo vengono abbandonati 80mila cani e 50mila gatti. Anzichè trovare delle soluzioni che contemplino la presenza dei propri animali anche in vacanza, alcuni proprietari decidono di abbandonarli, spesso e volentieri condannandoli a morte certa.

IL MINI FILM DI HAVAS PER LA LOTTA CONTRO L’ABBANDONO DEGLI ANIMALI

Una problematica che non riguarda solo l’Italia dove ogni anno vengono realizzate numerose campagne pubblicitarie contro l’abbandono (a tal proposito, ne abbiamo parlato qui). In Portogallo, per esempio, vengono abbandonati in media 120 cani al giorno. Per questo motivo Havas Lisbona, in collaborazione con l’organizzazione a tutela degli animali Animalife, ha realizzato uno spot sul tema per il target dell’intera penisola iberica, cercando di far nascere un dubbio i coloro che abbandonano gli animali: “come ti sentiresti se, ad essere abbandonato, fossi tu?”.

COSA PROVA UN CANE QUANDO VIENE ABBANDONATO? A DIRCELO È IL PADRONE

Lo spot nominato “The Walk” si apre con il volto di un uomo steso sul divano, intento a guardare i programmi serali in televisione fino a quando il suo cane Archie non manifesta il desiderio insistente di voler uscire a fare una passeggiata. L’atteggiamento del cane si dimostra però subito molto strano: più che camminare, corre e tira al guinzaglio come se avesse fretta di fare qualcosa, di raggiungere un luogo. Il padrone confuso lo asseconda nei suoi spostamenti che, passando per vicoli e strade deserte, lo conduce in un bosco oscuro. Arrivati sul posto, Archie accelera il passo e sfugge dal controllo del padrone che gli urla disperato di ritornare indietro. Prima di sparire per sempre, il cane rivolge un’occhiata al padrone, quella occhiata che tutti gli amici a quattro zampe devono aver ricevuto da chi diceva di amarli poco prima di essere abbandonati. L’uomo si ritrova completamente solo e, infreddolito e disperato, si abbandona sul prato preso dallo sconforto. Il finale del video che di per sè lascia l’amaro in bocca è il colpo di grazia alle coscienze di chi lo guarda: affianco al padrone abbandonato infatti, compare una scritta: “Non avere paura, loro non ti abbandonerebbero mai”.

abbandono

Il film è stato realizzato dal regista Bruno Ferreira e prodotto dalla Casper Films con lo scopo di raccontare quel ritorno a casa che per moltissimi animali quest’anno non ci sarà. La pubblicità, supportata dal Consiglio comunale di Lisbona e dalla Lisbon Film Commission, passa dall’assumere i toni allegri di una passeggiata serale accompagnata da una simpatica musichetta in sottofondo ad avere le sembianze di un incubo. La campagna pubblicitaria fa parte di un lavoro pro-bono realizzato dalla stessa Havas.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Benedetta Conti

benedetta.conti@lagazzettadelpubblicitario.it

Quando ero piccola non avevo un diario segreto, ma almeno una decina: le storie da raccontare sono da sempre state troppe. A volte basta davvero poco per chi scrive: un minuscolo dettaglio può diventare un racconto incredibile. E io cerco di scovare i dettagli più interessanti. Aspirante giornalista pubblicista. Nel tempo libero, studio legge e scrivo racconti sugli amici di sempre.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)