Inizio
adv adottaunragazzo space

Le App di incontri e la pubblicità nello spazio: il caso AdottaUnRagazzo

Tempo di lettura: 3 minuti

Non filosofi, scrittori o poeti: sarà un’app di incontri a portare l’amore nello spazio. Vi spieghiamo perché la campagna mondiale #CosmicLove di AdopteUnMec è molto più importante del successo che sta ricevendo.

Annuncio

Da pochi giorni, l’app di incontri francese AdopteUnMec (presente da anni anche in Italia con il nome di “AdottaUnRagazzo”) ha un motivo in più per essere discussa: oltre alla sua impostazione controversa – che mostra ragazzi single e disponibili collocati come della frutta in un mercato -, l’azienda ha ideato una campagna “spaziale”, nel vero senso della parola: #CosmicLove, aperta fino al 1 Marzo a tutte le penne creative e poco introverse. Da poco più di una settimana, AdottaUnRagazzo permette a tutti, anche agli utenti non registrati, di scrivere il proprio messaggio d’amore. L’obiettivo è quello di scegliere 1000 messaggi che viaggeranno con gli astronauti di Space-X, nel prossimo viaggio della sonda Falcon 9 verso Venere: non la Dea, ma il pianeta che sta a circa 100 Milioni di Chilometri da noi. 

Il funzionamento è semplice: nel caso in cui il vostro messaggio dovesse essere scelto tra i migliori, vi sarà chiesto di riscriverlo in una pergamena speciale che farà una passeggiata nello spazio insieme agli astronauti, o almeno così è garantito. Una volta che la sonda avrà fatto il suo ritorno sulla Terra, la pergamena vi sarà restituita o sarà inviata ad un indirizzo a vostra scelta.

Non è la prima volta che una pubblicità finisce nello spazio (ne abbiamo parlato approfonditamente qui): ricordate l’immagine della Tesla che vagava in orbita in cerca di indicazioni? E’ però la prima volta che un viaggio spaziale è sostenuto da un’azienda che non ha nulla a che vedere con chi organizza la spedizione (la NASA o la Space-X di Elon Musk).
L’altro aspetto curioso è che l’amore (per come è inteso da un’app di incontri) raggiunge la dimensione che è in assoluto la più romantica e la più impossibile per un potenziale appuntamento. Roba da far impallidire Dante, gli Stilnovisti. Lucio Dalla o qualunque persona legata alle tradizioni dei vecchi tempi.

Annuncio

Cosmic Love è stata declinata in tutti i Paesi in cui AdopteUnMec è operativa da più a lungo: Francia, Italia (qui l’account facebook italiano), Argentina, Brasile, Colombia, Messico, Polonia e Spagna. Tutte le nazioni stanno stanno condividendo sui social i primi messaggi che sono stati ricevuti, con una grafica minimal che fonde l’arte classica con il concetto di cosmo. Nel caso francese, è possibile leggere alcuni messaggi, anche abbastanza spinti, negli spazi pubblicitari sugli autobus o sui vagoni del métro.

Un manifesto di #CosmicLove apparso sugli autobus di Parigi

La domanda finale, però, è sempre quella: funziona? Anche perché a pochi giorni dal lancio, #CosmicLove non ha ottenuto il clamore mediatico che poteva meritare. In realtà è un po’ presto per tirare le somme, ma l’amore “cosmico” promosso dalla campagna è forse più coerente con la dimensione assoluta dello spazio cosmico che con lo spirito della app. Ad ogni modo, dopo l’immagine della Tesla che esce dal razzo e si perde nello spazio, c’è una nuova certezza: neanche gli astronauti si salveranno dal product placement. 


Ci leggiamo presto!

Marco Pighizzini

p.marco@lagazzettadelpubblicitario.it

Mi piace la pubblicità perché è un'indagine continua sul genere umano. Sono nato in Friuli, cresciuto a Milano e ho scelto di vivere con una baguette sotto al braccio, con grande umiltà e sempre con massima ironia.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)