Inizio
A cura di Redazione

McDonald’s sulla scia di TikTok con i suoi nuovi panini personalizzati

La famosa catena di fast food americana segue le orme di TikTok e, prendendo ispirazione dai suoi fans più creativi, offre la possibilità ai propri clienti di unire sapori diversi in un unico panino, grazie alla nuova campagna “Menù Hacks”.

Annuncio

McDonald’s ha lanciato negli USA a partire dalla fine di gennaio e per un tempo limitato dei nuovi menù, chiamati “Menù Hacks”. Il pubblico fedele al brand può così assaporare più panini e snack insieme, uniti in un unico prodotto. Ad esempio, una persona vuole una “miscela” tra Big Mac, McChicken e Filet-O-Fish? Ora può ordinare tranquillamente un “Land, Air & Sea”

L’idea nasce proprio dai fans della catena, che sui social hanno creato dei panini personalizzati “hackerando” i menu del fast food, scambiando e combinando diversi elementi insieme. Queste creazioni sono diventate famose tra gli utenti social come “Secret Menu”

I nuovi panini disponibili per la campagna di McDonald’s “Menu Hacks”; credits: McDonald’s

Gli ordini possono essere fatti tramite la nuova sezione apposita sull’app McDonald’s o direttamente al fast food e ogni cliente può assemblare come meglio preferisce il proprio panino, poiché tutti gli ingredienti saranno venduti separatamente. Fa parte del divertimento, ma è anche molto più pratico e veloce per i dipendenti del ristorante.

Come afferma Jennifer Healan, la vicepresidente Marketing della multinazionale:

“Dalle icone dell’hip-hop alle regine delle feste, tutti hanno un ordine unico da McDonald’s, compresi i nostri clienti di tutti i giorni. Questa campagna dimostra che non è mai stato il nostro menù: appartiene ai nostri clienti. Siamo entusiasti di celebrarli in un modo più unico che mai includendo i loro deliziosi trucchi, come si vede sui social network, nei nostri menu”

COSA C’È DIETRO QUESTA NUOVA INIZIATIVA?

Come tutte le altre catene di fast food, McDonald’s cerca sempre nuovi metodi per fidelizzare il proprio cliente, stare al passo coi tempi e migliorare le proprie offerte. Ma purtroppo nel caso del suo nuovo McPlant, che sta lanciando ora in alcuni ristoranti statunitensi, sembra essere arrivato in ritardo di qualche anno rispetto a Burger King. Infatti, la concorrente già nel 2016 aveva messo sul mercato un panino perfetto per i vegetariani, data la mancanza di carne al suo interno. 

Sempre per cercare di accontentare il pubblico, in tutte le parti del mondo si possono trovare delle differenze di menù da un paese all’altro: In Malesia è possibile trovare il Japanese Curry Salmon Sandwich e nel Regno Unito il Chicken Big Mac, ad esempio.

L’intera campagna dimostra un approccio totale al “social listening,” “user-generated content” e “co-creation”, anche se la catena non è nuova a questi espedienti per i suoi prodotti negli ultimi anni:

Nel gennaio 2020, McDonald’s ha introdotto la campagna pubblicitaria “Famous Orders”, che metteva in risalto gli ordini di celebrità come Kanye West, Keith Urban e Whoopi Goldberg. Quasi tutte erano ordinazioni molto classiche, ma Kim Kardashian ha sorpreso gli utenti social rivelando che ordina il miele per intingere le sue crocchette di pollo.

Nel novembre 2021, per celebrare il 50° anniversario dell’Egg McMuffin, la catena ha condiviso alcuni modi trovati dai fans per migliorare il tipico panino da colazione del brand con elementi aggiuntivi, come ad esempio brownie, McChicken e salse, sia dolci che salate. Il tutto però senza aver creato un menù effettivo, come invece è stato fatto ora.

@mcdonalds dropped a Surf + Turf tutorial, heres how u make the magic #mcdonaldshacks #tutorial #mcd #mcdonalds @Pj ♬ original sound – McDonald’s

Il marchio ha collaborato con diversi influencer di TikTok per pubblicizzare i nuovi panini, basandosi sullo slancio guadagnato con la Generazione Z attraverso le sue più recenti partnership con varie celebrità. Data la forte connessione con gli influencer, il grande affidamento sulla sua applicazione e la presenza di TikTok per promuovere questa iniziativa, sembra esserci un forte potenziale per più menu simili in futuro.

TIKTOK KITCHEN, IL SERVIZIO DI DELIVERY DI UNO DEI SOCIAL PIÙ POPOLARE TRA I GIOVANI

Alcuni dei piatti di TikTok Kitchen; credits: Virtual Dining Concepts (VDC)

TikTok in collaborazione con Virtual Dining Concepts (VDC) lancerà il suo primo servizio di delivery “TikTok Kitchen”, ma per ora solo negli USA, in cui si svolgeranno i primi testi a partire da marzo. Questo nuovo progetto potrebbe, insieme alla campagna del 2021 accennata prima, aver dato la spinta a McDonald’s per la creazione dei suoi nuovi panini.

Il social ha deciso di investire nel settore food, data la popolarità e la rilevanza di questo genere di contenuti all’interno della piattaforma e quindi, di ricreare e mettere a disposizione offline agli utenti i food trend più di successo

Prima della creazione di veri e propri (probabili) ristoranti, durante la prima fase e per i test sperimentali il servizio sarà solo a domicilio. I clienti potranno fare i propri ordini su Grubhub e i piatti scelti saranno cucinati da vari ristoranti, che hanno accettato di collaborare con TikTok e VDC.

Nel menù saranno presenti vari piatti resi celebri dai video di vari utenti del social; come lo smash burger, un hamburger avvolto da una sottile crosticina croccante creata durante la cottura sulla piastra; e le pasta chips, ovvero della pasta croccante molto simile alle patatine.

Se si ragiona sull’utenza attiva di TikTok e alle sue prospettive di crescita, “TikTok Kitchen” rappresenta un’opportunità di business importante, che mette insieme creatività e volumi di utenti.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Redazione

redazione@lagazzettadelpubblicitario.it

La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)