Inizio
A cura di Redazione

Pepsi non sarà più lo sponsor del Halftime Show al Super Bowl

Pepsi ha deciso di non rinnovare il contratto per il suo ruolo da sponsor del Super Bowl Halftime Show. Per questo motivo non sarà più il brand legato all’evento musicale

Annuncio

Pepsi ha annunciato che non rinnoverà la sponsorizzazione del Super Bowl Halftime Show della NFL dopo ben 10 anni, durante i quali l’evento di 12 minuti di metà partita è diventato uno dei più chiacchierati e con più appeal tra il pubblico al mondo. Tanto da essere uno dei momenti televisivi con i più alti picchi di share a livello planetario.

Il motivo dietro questa decisione? Non è noto nei dettagli ma il brand americano ha affermato che questa scelta rappresenta il primo passo verso un cambiamento strategico più ampio, in relazione al mondo della musica e dell’intrattenimento. La società, infatti, ha spiegato la sua scelta in una nota:

“La decisione di Pepsi di abbandonare l’Halftime Show è la prima mossa di un cambiamento strategico molto più ampio che mira a portare ai fan esperienze musicali e di intrattenimento senza precedenti. Mentre l’intrattenimento si evolve e il modo in cui le persone vivono la musica cambia, Pepsi è intenzionata a presentarsi e a mostrarsi in nuovi modi, per garantire il livello di accesso e le esperienze coinvolgenti che i fan si aspettano dal marchio”

La società madre PepsiCo (che include altri noti marchi di settore) ha, però, confermato l’estensione pluriennale di altri accordi di sponsorizzazione, tra cui Pepsi stessa (non includendo lo show canoro, ovviamente), Gatorade e Frito-Lay. Per il momento la NFL non ha ancora annunciato un sostituto come suo sponsor musicale ma ha assicurato di aver ricevuto un’incredibile quantità di interesse da parte del mercato essendo questo un evento in grado di attirare un enorme pubblico enorme, dal vivo e da casa.

LA PEPSI IN QUESTI ANNI DI SUPER BOWL 

Dal 2012, anno nella quale la multinazionale è diventata sponsor ufficiale dell’Halftime Show, Pepsi ha portato sul palco 26 artisti musicali che contano in totale 167 Grammy Awards e quasi 1.000 canzoni di successo. Il marchio, inoltre, ha vinto per tre anni di seguito il “Brand Bowl” comparendo più di altri tra i tweet scritti nella domenica del Super Bowl. 

L’ultimo spettacolo organizzato dalla società per l’incontro di quest’anno ha visto le esibizioni di Dr. Dre, Snoop Dog, Eminem, Mary J. Blige, Kendrick Lamar e, a sorpresa, 50 Cent

In preparazione all’evento, il brand ha rilasciato un commercial: peraltro uno dei più lunghi mai realizzato in questo tipo di occasioni (dura quasi 4 minuti). I protagonisti dell’annuncio sono i cantanti scelti per la serata, eccetto 50 Cent. Il cortometraggio mostra gli artisti nei loro habitat più caratteristici: Eminem si trova nel pieno di un processo creativo, Mary J. Blige è alle prese con un servizio fotografico, Snoop Dog sta guidando un’auto ammortizzata californiana presente in moltissimi suoi video musicali, Dr. Dre passeggia sulla costa mentre risuona il celebre pianoforte di Still Dre e Kendrick è alle prese con la scrittura di un nuovo brano. Tutti loro hanno ricevuto la cosiddetta “The Call”, ossia la chiamata per esibirsi all’evento sportivo.

L’anno prima, invece, il marchio ha puntato su un unico cantante: The Weeknd. Anche in questo caso è stato rilasciato uno spot per anticipare e annunciare il cantante. Il filmato mostra una serie di persone canticchiare “Blinding Light” dell’artista americano mentre svolgono alcune attività quotidiane, come il lavoro e il ballo. Il commercial si conclude con The Weeknd al suo arrivo allo stadio, pronto per lo show. 

Negli ultimi due anni, Pepsi si è concentrata unicamente sui commercial dedicati alla presentazione dei cantanti e ha dedicato tutti i suoi sforzi economici e creativi allo spettacolo musicale. L’azienda non ha quindi lanciato nessun altro spot di tipo puramente commerciale sul suo prodotto, tra cui nel corso degli anni il più celebre e riconosciuto è stato “Now and Then” con Britney Spears

Per la cantante questo è stato il secondo commercial registrato per il marchio, di cui è stata testimonial. La creatività è una parodia che ripropone al pubblico l’evoluzione delle pubblicità Pepsi nel corso degli anni, dal 1958 al 2002 (anno in cui è stato rilasciato lo spot). Spears veste persino il ruolo di Robert Palmer nel commercial “Simply Irresistible” del 1989.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Redazione

redazione@lagazzettadelpubblicitario.it

La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)