Inizio
Cover: Rassegna del Pubblicitario, luglio 4
A cura di Redazione

La Rassegna del pubblicitario: le novità della settimana in pillole

Tempo di lettura: 5 minuti

Siamo ben oltre il giro di boa del mese di luglio, ma grandi brand da tutto il mondo sembrano non rallentare minimanente la produzione di contenuti. Ecco a voi le migliori campagne della settimana appena conclusa.

Annuncio

IL MINISTERO DELLA SALUTE CERCA UN’AGENZIA PER IL SOCIAL LISTENING

È in un clima di urgenza che il Ministero della Salute avvia una gara l’affidamento del servizio di supporto e monitoraggio social media. Una scelta legittimata, sicuramente, dal diffondersi della variante Delta del Covid-19 e dal flusso inestinguibile di informazioni false sui vaccini. Per contrastare il fenomeno, le Istituzioni scelgono proprio il luogo dove circolano può incontrastate le fake news sanitarie: i social. Ci auguriamo una campagna dai risultati soddisfacenti, per il bene di ogni internet user. Il budget fissato ammonta a 120mila euro.

Toyota ritira gli spot dalle Olimpiadi

Un dietrofront epocale quello di Toyota, che ha deciso questa settimana di non trasmettere i propri spot che aveva in realtà già preparato in occasioni delle olimpiadi di Tokyo. Il motivo è che l’azienda giapponese non vuole più mettere il suo brand al fianco di una manifestazione fortemente osteggiata dai cittadini, con il rischio di perdere consenso e generare un sentimento negativo verso il marchio.

L’azienda continuerà comunque a sostenere gli atleti giapponesi fornendo le proprio auto elettriche così come da accordi, ma i commercials pronti per andare in onda saranno ritirati.

Annuncio

Vanish contro lo spreco di indumenti

Secondo alcune statistiche, mediamente una persona indossa un capo d’abbigliamento solo dieci volte prima di buttarlo via. Questo comportamento genera un svoraffolamento in discarica di vestiti pari a circa 90 milioni di tonnellate di tessuto ogni anno.Seguendo questi numeri Reckitt, tra gli altri proprietaria anche del marchio Vanish, ha lanciato una campagna pubblicitaria che, partendo dalle qualità del suo smacchiatore di punta, invita gli spettatori a prendersi cura dei propri vestiti e a indossarli qualche volta in più.
Un’idea vincente perché travalica i classici spot commerciali di prodotti per la casa, unendo sensibilizzazione e promozione in un commercial di ottima fattura.
Agenzia: Havas Londra

HUAWEI SI DOTA DI UNA PIATTAFORMA PUBBLICITARIA DI PROPRIETÀ: NASCE HUAWEI ADS


L’ Android Ban, per Huawei, è stata la proverbiale sventura che non viene (solo) per nuocere. La decisione di Donald Trump ha conferito grandi possibilità di emancipazione dall’ecosistema chiuso della piattaforma mobile di casa Google, creando per il player cinese possibilità di profitto inedite. Un’ulteriore passo verso l’autonomia è la nascita di Huawei ADS. La nuova piattaforma pubblicitaria del colosso cinese permetterà di erogare annunci altamente targettizzati su tre canali differenti: app Huawei di prima parte, app di terze parti presenti sul App Gallery (l’app store proprietario del marchio) e campagne SEM su Petal Search (il motore di ricerca di Harmony OS)

“A CLASSIC HORROR PRANK”  DA PARTE DI NETFLIX

ATTENZIONE: il seguente video non è adatto alle persone facilmente impressionabili

Milano. Un billboard interattivo da spavento terrorizza i passanti ignari; questa è la trovata pubblicitaria ideata da Publicis Italy per il lancio del film horror “A classic horror story”. L’installazione, assolutamente al di fuori dall’ordinario, è stata montata proprio in questa settimana di luglio in Piazza 24 Maggio e prevede (letteralmente) un “classico scherzo horror” da manuale: come prima cosa, il billboard digitale cattura l’attenzione delle persone grazie al colore rosso, alla grafica e al tipico sound dei film di paura, . Dopodiché, il malcapitato di turno viene seguito dall’immagine digitale di un mostro incappucciato e, solo pochi attimi dopo, accade qualcosa!
Siete curiosi di scoprirlo?

Agenzia: Publicis Italy

Annuncio

La chiamata allo sport degli USA firmata da Dick’s Sporting Goods

Dick’s Sporting Goods, azienda americana che produce articoli sportivi ha lanciato in questa settimana una campagna a tema Olimpiadi in cui riprende donne di tutti i tipi prepararsi prima di una gara nei diversi sport in cui la selezione femminile USA concorrerà per una medaglia. Oltre che come augurio per un torneo ricco di soddisfazioni, Dick’s ha fortemente voluto la campagna per supportare la bellezza e la forza della donna in tutte le sue forme, allontanandosi dagli stereotipi classici.
La campagna intitolata “There She Is”, è solo un’estensione di un’iniziativa più ampia che in questo 2021 ha visto il brand protagonista della donazione di centomila reggiseni sportivi ad atlete con scarse risorse economiche.

Agenzia: Anomaly

I PACK D’AUTORE BARILLA ARRIVANO SU AMAZON

Qualche tempo fa vi avevamo mostrato i bellissimi pack di Barilla in edizione limitata curati da artisti pieni di talento. È in arrivo su Amazon una gift box che, oltre a contenere dei pacchi di pasta Barilla mista con pack artistico, al suo interno contiene anche un piccolo quaderno illustrato da Ale Giorgini. L’iniziativa del brand di food fa parte di una comunicazione più ampia che prende il nome di “Manifesto del Grano Duro”, che costruisce la sua identità sulla qualità e sulla sostenibilità del cibo made in Italy. La gift box è in edizione limitata e su ogni confezione è disponibile un QR Code che permette di visionare le opere artistiche anche sul web, dove è poi possibile consultare il Manifesto per scoprirne i punti salienti.

NUOVI SPOT PEDIGREE

Chi di voi ha un animale domestico sa bene che i cani in particolare sono compagni fedeli di una vita: ogni anno i canili e i rifugi si riempiono all’inverosimile di cani abbandonati dai propri padroni. Pedigree lancia due nuovi spot ironici con protagonisti un padrone rapito dagli alieni e un vampiro. Gli spot raccontano la storia di questi due amatissimi cani che per sfortuna si sono trovati nelle case sbagliate: il vampiro teme la luce e la scienziata del secondo video viene rapita dagli alieni. Il claim della campagna è:”Shelters are full of good dogs. They just need good homes”, proprio per significare che la casa giusta e ideale per ogni cane esiste e incentivare le adozioni in canili o rifugi

Agenzia: BBDO New York

Kanye West x Beats by Dre ruba la scena durante Gara 6 delle Finals NBA

Beats by Dre ci ha ormai abituati a straordinarie opere pubblicitarie e spot dall’altissimo wow factor, del resto è una controllata di Apple, no?

L’altra notte, durante Gara 6 delle Finals NBA tra Bucks e Suns, l’azienda americana produttrice di apparecchiature audio ha presentato le nuovissime Beats Studio Buds con una colonna sonora d’eccezione: No Child Left Behind, il primo estratto dell’ultimo capolavoro dell’eccentrico rapper, imprenditore e candidato presidente Kanye West.

A “danzare” sulle note del singolo, che fa parte del disco DONDA, uscito appena qualche ora fa in esclusiva su Apple Music, la ginnasta americana Sha’Carri Richardson. Quante somiglianze con gli spot di “mamma” Apple, vero? 

Annuncio

Anche per questa settimana è tutto! Come di consueto…


…ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle ventimila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Redazione

redazione@lagazzettadelpubblicitario.it

La Redazione de La Gazzetta del Pubblicitario

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)