Inizio
cover-top-10-spot-natale-2021
A cura di Redazione

I 10 migliori spot di Natale 2021: la classifica

Tutto il meglio del meglio degli spot natalizi di quest’anno, almeno secondo noi.

Annuncio

Il Natale è ormai alle porte e, in poche parole, la “corsa allo spot”, quell’immaginaria sfida pubblicitaria che ogni anno ingaggiano alcuni tra i più grandi brand mondiali, è ufficialmente conclusa. Tra Babbi Natale più “fancy”, storie familiari strappalacrime, love story assolutamente inedite e iniziative di natura sociale, la classifica di questo 2021 si preannuncia ricca di contenuti e meravigliosi spot: non ci resta che scoprirli tutti!

10 – John Lewis & Partners per un Natale indimenticabile

Che John Lewis & Partners sia uno specialista del genere natalizio, ve lo raccontiamo da tempo. Non pensavamo però saremmo arrivati a parlarne già alla prima settimana di novembre. Forse per allungare il lifetime della campagna, il gigante britannico del retail ha scelto di smorzare l’hype diffusa con quasi due mesi d’anticipo. Il commercial, curato dall’agenzia creativa Adam&EveDdb, sembra una kid-romance steampunk girata da Steven Spielberg.

“Unexpected Guest” è un film pubblicitario ad alto tenore emozionale, in cui una giovane aliena sperimenta per la prima volta le gioie del Natale grazie alle premure di un fedele amico terrestre. Sulla chiusa, che propone il claim “For a Christmas as magical as your first”, non può che percorrerci ininterrotto un brivido di commozione. Ancora più unconventional è quello che Lewis & Partners ha escogitato per la post-produzione: una replica della nave spaziale sarà disponibile all’interno di dieci temporary store natalizi, dove il pubblico potrà creare e condividere gif interattive. Inoltre, sarà disponibile sull’e-commerce della catena del merchandising dedicato alla campagna, tra cui un maglione natalizio recante la foto dei due protagonisti.

Non chiamatela mai “spesa pubblicitaria”: si tratta di investimenti. Uno spot “acqua e sapone”, che s’intrufola senza se e senza ma nella nostra speciale classifica.

Agenzia: Adam&EveDdb.

9 – Le poste norvegesi festeggiano il Natale con una favola inclusiva

Nel 2022, in Norvegia, saranno passati 50 anni dall’approvazione della legge che diede alla comunità LGBTQ+ e a chiunque altro la possibilità di amare incondizionatamente nel pieno riconoscimento legale. Posten, la Posta norvegese, ha deciso di celebrare questo evento con lo spot natalizio “When Harry met Santa”. Nel corto, girato da Sacarias Kiusalaas e prodotto dalla B-Reel Films Europe, ci viene raccontato l’inizio della storia d’amore tra Harry, un uomo di mezz’età, e Santa Klaus. I due si incontrano ogni anno la notte di Natale, a casa di Harry, e il loro legame, così delicato e genuino, ci ricorda che quello che conta davvero è l’amore. Buona visione!

Un Natale inclusivo è un Natale innovativo: Posten ama osare e per questo si merita un posto nella nostra classifica.

Agenzia: BRF

8 – Quest’anno i regali in Nuova Zelanda li porta Air New Zealand

Il nuovo spot della compagnia aerea canadese “A Magical Delivery” ci racconta una storia divertente: quest’anno Babbo Natale non potrà consegnare i regali di persona in Nuova Zelanda e chiede alla sua assistente-elfo di contattare i suoi amici, tra cui Lorde, Keith Urban e Frodo. Tutti sono però occupati e, beh… Frodo non esiste! Non resta che chiedere aiuto a Air New Zealand (con una chiamata online, perché Babbo Natale è al passo coi tempi…o quasi). Per trasportare tutti i regali, la compagnia si troverà a dover movimentare tutta la sua flotta, ma riuscirà nell’impresa. 

La campagna fa parte di un insieme di iniziative per promuovere la messa in palio di premi di diverso valore con Air New Zealand per Natale.

Gli amici del “down under” ci hanno preso gusto: uno spot natalizio al punto giusto perfetto per la nostra raccolta.

Agenzia: Bastion Shine

7 – Bol.com dà un calcio ai soliti spot natalizi (in tutti i sensi)

Quante volte è capitato di ricevere un regalo natalizio diverso da quello desiderato? Questo è ciò che accade nello spot natalizio creato da Dept Agency per Bol.com, sito tedesco di vendita online.

Un bambino, aprendo il suo regalo, trova un pallone da calcio invece della bambola tanto desiderata. La delusione è tanta, ma l’ingegno lo porta a trasformare il pallone nel giocattolo che avrebbe voluto, disegnando occhi, bocca e aggiungendo un cappello. L’unione tra i due sembra indistruttibile, fino a quando, ottenuto il regalo tanto desiderato, la palla viene calciata in giardino e lasciata lì, dimenticata come un qualsiasi vecchio giocattolo. Lo spot si conclude con lo slogan di Bol.com “il negozio che consegna sorrisi”.

Sembrava la formula perfetta per un altro bellissimo spot strappalacrime, e invece… E invece ci ha lasciati di sasso come un calcio in mezzo al petto (non abbiamo resistito, ndr.), per questo merita un bel posto in classifica.

Agenzia: Dept Agency

6 – YesMilano porta Babbo Natale nel capoluogo lombardo in una campagna di promozione turistica di difficile comprensione

Milano non è solo shopping e Settimana della Moda, è molto di più. Quest’anno la città ha deciso di promuovere il proprio turismo natalizio attraverso uno spot che vede protagonista proprio Babbo Natale. Dopo aver sentito parlare in radio di come Milano sia il luogo perfetto per rinnovare il proprio stile, Santa Claus decide che è il momento di scoprire quanto sia vero provandolo sulla sua pelle. Ma dopo una giornata di shopping inizia a curiosare per la città e si accorge della vera bellezza della metropoli: la Scala, la Pinacoteca e molto altro ancora.


L’antitesi tra i luoghi più iconici della storia meneghina proprio come la Pinacoteca e la discoteca in cui Babbo Natale si lascia andare al divertimento sono orchestrati da una colonna sonora creata apposta per lo spot e interpretata dal rapper Dunkan che rende il commercial un po’ difficile da identificare: in ogni caso abbiamo voluto premiare la creatività con questo sesto posto!

Agenzia: Wunderman Thompson

5 – Lo spot natalizio di O2 aiuta a connettere le famiglie che in UK non possono permetterselo

Il digital divide si annida dove meno ce lo si aspetta, a giudicare almeno dai dati diramati questa settimana da O2, uno dei provider telefonici più diffusi oltremanica. Si stima che nello sviluppatissimo Regno Unito un milione e mezzo di persone non dispongano di una connessione a internet. Un problema esacerbato dal Covid-19, che O2 sta affrontando con un’ambiziosa iniziativa di corporate social responsibility: l’istituzione di una banca di traffico che culminerà nella donazione, dall’1 al 31 di gennaio 2022, di 10 GB per ogni SIM attivata.

La campagna è stata promossa attraverso il commercial di Natale di O2, creato dall’agenzia VCCP. Il video ad presenta un esercito di mascotte O2, il robot blu Bubl, che intraprendono una missione per “connettere i disconnessi”, irrompendo direttamente nelle loro case. Iniziativa concreta ed encomiabile per un benefit per l’utenza davvero tangibile, che è peraltro una degna risposta alla campagna di Vodafone che vi abbiamo descritto sopra.

Un’operazione di CSR ben strutturata e a fin di bene: un quinto posto meritatissimo.

4 – La campagna di Natale di Amazon in collaborazione con Adele

È la gentilezza il miglior regalo. Per queste festività Amazon ha deciso di rilasciare uno spot toccante, che ci racconta di un disturbo molto comune fra i giovani, soprattutto dopo la pandemia: l’ansia. E quale miglior colonna sonora se non il nuovo singolo di Adele intitolato “Hold on”, resisti.

Le parole del brano accompagnano le attività quotidiane di una giovane, che non si ritrova nei gesti quotidiani dopo il lockdown: trovarsi in mezzo a una folla, fare una passeggiata. Una vicina di casa nota il suo malessere e decide di spedirle tramite Amazon un regalo. Questo gesto crea una profonda connessione tra le due e dimostra che la gentilezza è, davvero, il miglior regalo che possa esistere.

Un messaggio sociale, la collaborazione di una grande artista e la solita, magistrale produzione Amazon: podio sfiorato, ma solo per eccesso di zelo dei concorrenti!

Agenzia: Lucky Generals

Honorable Mentions

Prima di scoprire le campagne che si sono guadagnate il podio, vediamo insieme le honorable mentions che hanno sfiorato la classifica di un soffio.

Fancy Milano

Tezenis

Walkers

Chase Bank

The Good Fire

Scam Spotter

Ti sta piacendo il nostro articolo?
Iscriviti alla nostra NEWSLETTER per non perdere i nostri speciali riservati in arrivo ogni Domenica!

3 – Ecco lo spot Disney per Natale 2021


Pixar, Marvel, l’universo lucasiano di Star Wars: Disney, nel 2021, è molto più di un “semplice” Topolino, ma un complesso cluster di franchigie creative che riunisce tra le opere d’ingegno più famose dell’ultimo secolo. Questo Natale la superpotenza dell’animazione porta questo patrimonio in dote al grande pubblico, con un branded content da oltre tre minuti.

“Un nuovo papà” è un’immersione etica ed estetica nel Natale disneyano, sullo sfondo della quale sfila tutta la “grande famiglia” di casa, da Pocahontas a Spider Man, fino a Buzz Lightyear e Yoda. Non è facile celebrare tanta storia senza che ci scappi un po’ d’autoreferenziale compiacimento, eppure la creatività riesce perfettamente nel suo intento senza troppa retorica aziendale. La produzione del corto è interna, la pianificazione è stata affidata a Publicis Groupe.

Un ottimo terzo posto per Disney, che come al solito coniuga magistralmente emozioni e sensazioni indescrivibili.

Agenzia: Disney EMEA, Publicis Groupe.

 2 – Lo spot natalizio di Coca-Cola è un concentrato di pura magia

Lo aspettavamo tutti, non potremmo dire altrimenti. Dal 9 Novembre è in distribuzione in 90 paesi nel mondo lo spot di Natale 2021 di Coca-Cola, fresca di un nuovo trend pubblicitario nominato “Real Magic”  e di un nuovo assetto di agenzie pubblicitarie che la supporteranno nel prossimo futuro.

Il lavoro di quest’anno concentra la sua storia su un bambino che scopre che il suo palazzo non è dotato di un camino e che quindi Babbo Natale non riuscirà a consegnare i regali nei vari appartamenti che lo compongono. La fantasia del protagonista si accende, e inizia un’escalation (ben dettata dalla colonna sonora scelta) di scene in cui, a partire da una scatola, il giovane si avventura nella costruzione di un camino di cartone. Da lì a poco tutti i condomini si rimboccano le maniche per contribuire all’impresa, recuperando nastro adesivo e scatole ovunque. Il camino, partito dalla casa del ragazzo, arriva fino al tetto del condominio e l’ultima scatola che completa l’opera riporta (neanche a dirlo) il logo di Coca-Cola.

Ora sembra tutto pronto per aspettare il regalo di Babbo Natale, ma sul finale cambia tutto e forse neanche l’occhio più attento avrebbe immaginato l’epilogo di questa narrazione.
Ve lo lasciamo scoprire qui sotto.

Una famiglia finalmente riunita basta a farci venire i brividi per questo vero e proprio capolavoro: un secondo posto di tutto rispetto.

Agenzia: Dentsu MB

1 – McDonald’s riaccende l’immaginazione dei più grandi con il suo spot natalizio

Chi l’ha detto che la magia del Natale si affievolisce superata una certa età? Il nuovo spot natalizio di McDonald’s ci fa rivivere tutte le emozioni delle festività in famiglia, grazie a uno storytelling strappalacrime.

Il commercial segue la vita di Matilda e del suo peloso amico immaginario Iggy. Il rapporto tra i due, molto forte sin dall’inizio, va via via sparendo nel corso degli anni, per poi finire con il povero pupazzo rinchiuso in un armadio come si fa con i vecchi oggetti, quelli che non servono più ma non si ha mai il coraggio di buttare via.

Matilda, diventata ormai adulta, rivive un ricordo della propria infanzia osservando una famiglia a cena in un ristorante McDonald’s, che la spinge a ritrovare il suo vecchio amico Iggy e passare il Natale tutti insieme. La colonna sonora, “Time after Time” di Cindy Lauper, rende magnificamente la magica atmosfera del Natale, calando lo spettatore in un’accogliente atmosfera familiare.

La storia strappalacrime di una bambina e del suo amico immaginario: con il cuore pieno di gioia e trattenendo a fatica le lacrime assegniamo la medaglia d’oro a McDonald’s!

Agenzia: Leo Burnett London

La nostra speciale classifica natalizia si conclude qui, dopo aver visionato alcuni tra i più belli spot di questa stagione invernale e aver premiato, tra questi, i più meritevoli. Ora, archiviate ufficialmente le feste, sguardo attento verso il Super Bowl, altra piazza calda, anzi, caldissima per i big player internazionali.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Redazione

redazione@lagazzettadelpubblicitario.it

La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico: un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, che proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)