Benvenuti in Redazione

Caro lettore, ben atterrato sul pianeta de La Gazzetta Del Pubblicitario. Ci auguriamo che il soggiorno sia piacevole, e che tornerai anche in futuro.

La Gazzetta del Pubblicitario è una realtà nata nel 2019 dalla voglia di raccontare storie creative legate a brand di successo, o piccole realtà che con un’idea si sono fatte strada tra il grande pubblico.

La Gazzetta (senza voler scomodare nessun grande nome dell’editoria) sarà un telescopio puntato verso il mondo pubblicitario, e proverà ad analizzare le parti più interessanti del processo creativo che portano ad una campagna di successo.

Con occhio critico, ma pur sempre raccontando come stanno i fatti, darà attraverso i suoi autori un punto di vista e un’analisi sulle grandi idee che fanno della pubblicità uno degli aspetti più affascinanti del nostro mondo attuale.

Una pubblicità fa sognare, piangere, ridere, indignare.

Troppo bella per non essere raccontata, ed è proprio per questo che ci siamo dati la missione di metterci dietro le quinte, là dove i grandi creativi pensano e producono gli slogan che hanno cambiato il mercato, le opinioni e le abitudini delle persone.

Un viaggio dietro le quinte sì, da leggere giorno per giorno.

Luca Acelti

Founder de La Gazzetta Del Pubblicitario

Dicono che io faccia il giornalista ma in realtà inseguo solo da sempre la mia curiosità. Sollazzo e affanno perpetui. Ogni racconto ha il suo vestito: cerco di tagliarlo e cucirlo rendendogli semplicemente onore. Ironia e capacità di non prendersi troppo sul serio sono due bussole che tendo a non lasciare fuori dalla mia bisaccia.
Quando ero piccola non avevo un diario segreto, ma almeno una decina: le storie da raccontare sono da sempre state troppe. A volte basta davvero poco per chi scrive: un minuscolo dettaglio può diventare un racconto incredibile. E io cerco di scovare i dettagli più interessanti. Aspirante giornalista pubblicista. Nel tempo libero, studio legge e scrivo racconti sugli amici di sempre.
Dottoressa… in neuro-filosofia (sì, esiste, ed è anche un ottimo argomento di conversazione), il mio lavoro di ricerca riguarda le emozioni, e come influenzano in modo in cui pensiamo, soprattutto nell’ambito della comunicazione scientifica e politica. Leggo più di quanto scrivo, ma cerco costantemente di fare il contrario. Credo nella connessione tra gli esseri, non solo umani, e coltivo gratitudine (ho provato coi pomodori, ma niente).
Giornalista torinese, ho lavorato per oltre trent'anni a Repubblica, ma in gioventù ho bazzicato anche il mondo della pubblicità lavorando come copy. Tra le mie passioni, andare in barca, fare giri in e-bike, guardare gli spot in tv zigzagando tra i programmi.
Scrivo per comunicare, raccontare, osservare, affrontare, viaggiare e, non da ultimo, vivere. Ogni idea è la porta di nuovo mondo: per aprirla basta trovare le parole giuste (e una penna per non dimenticarsele).
Mi chiamo Edoardo e la mia vita è un mix di due passioni: pubblicità e prestigiazione. Per questo ho scelto la penna come bacchetta magica, abracadabra!
Mia mamma dice sempre che ho iniziato a parlare tardi, però poi non ho più smesso, ed effettivamente ha ragione. Sono Elisa, ho 26 anni e parlo davvero tanto, ma ho un dono per la sintesi scritta e un superpotere: trasformare le emozioni altrui in parole. Il mondo digital per me è la perfetta unione tra le due mie passioni più grandi, la scrittura e la psicologia.
Appassionato di marketing e di viaggi, cercherò di portarvi in giro per il mondo con me alla ricerca delle più belle battaglie di marketing e delle iniziative pubblicitarie più bizzarre e anticonformiste.
Ciao! Sono Federico. Sono rapito da qualsiasi cosa possa essere commentata, ma il mondo della pubblicità mi ha sempre affascinato più di qualsiasi altra cosa. Ah! Sono perennemente in ritardo, ma sulle notizie prometto che sarò sempre puntuale.
Sono la donna dei "perché?". Cerco sempre una spiegazione per ogni cosa e la mia curiosità mi porta, spesso, a fare domande bizzarre (o almeno così dicono). Amo la creatività, soprattutto quando diventa strategica; ed ecco che il mondo della pubblicità mi ha conquistata. È così che ho trovato la mia strada laureandomi in Comunicazione Pubblica e d'Impresa, dove i miei "perché?" sono sempre stati incoraggiati.
Gioiosa, entusiasta e con una parlantina infinita, mi perdo in lunghissimi discorsi lasciandomi sorprendere dalla bellezza della vita. Amante dei viaggi “on the road”, sono curiosa di natura e non mi stanco mai d’imparare. Dimenticavo, ho un piccolo vizio, sorrido sempre.
Giornalista professionista, tra ufficio stampa e articoli qua e là. Scrivo per Forbes.it, ho scritto su Corriere della Sera-Lombardia, sportmediaset.it e La Provincia di Como. Premio giornalistico Angelo Agostini 2018. Ingenuamente, o forse no, penso che lo sport sia la scusa più bella per provare a capire il mondo!
Mi chiamo Francesco e sono nato e cresciuto a Roma. Copywriter, metallaro, grande appassionato di marketing e pubblicità, sport (provo ogni tanto a giocare a pallavolo) e di tutto ciò che è commestibile, specialmente se dolce!
Appassionata di lingue straniere e grande fruitrice di contenuti social, da vera Gen Z quale sono. Ho una passione per la scrittura che ho, però, iniziato solamente da poco a coltivare. L’interesse per il mondo della pubblicità nasce durante la scrittura della mia tesi di laurea nella quale ho analizzato le tecniche di traduzione dei testi pubblicitari. Chissà se qualcuno proverà mai a tradurre qualche mio testo…
Dell’ultimo periodo della mia vita, mi piace sempre dire che ho cambiato tre città in tre anni e, quindi, altrettanti lavori, tutti ascrivibili all’interno di quel mondo bellissimo che si riassume in due parole, “digital marketing”. Sono partita dai piani editoriali e sono arrivata, oggi, all’ADV, lavorando sia per le multinazionali che per le agenzie creative. Sono qui per raccontarvi quello che ho imparato da tutte le mie esperienze, ma soprattutto quello che vorrei ancora conoscere!
Tutto è iniziato con una tesi sul cinema noir, forse perché il mio essere è ben rappresentato da un’immaginaria colazione tra Montalbano e Tim Burton. Oggi sono content creator, autrice e social media manager. I videogiochi sono l’amore della mia vita: ho una libreria con circa 130 titoli in edizione fisica che è il mio tesoro. Non saprei immaginare un’esistenza senza di loro e nemmeno voglio provarci, in effetti.
La comunicazione e il marketing sono sempre stati il mio pane quotidiano. Ex visual merchandiser e manager nel settore fashion e retail, ho deciso di trasferirmi in Portogallo per imparare a surfare. Vivo a Lisbona da tre anni e non ho ancora imparato a cavalcare le onde, ma sono diventata esperta di digital marketing. Scrivo da analista ma anche da consumatore. Mi piacciono le cose bizzarre, controcorrente e originali.
Millennial per caso, scrittrice per necessità e nerd per scelta, sono cresciuta guardando tanti minuti di pubblicità quanti erano quelli dei film. La mia passione verso ogni tipo di narrazione commerciale mi ha guidata nelle scelte universitarie e professionali, consentendomi di lavorare in uno dei settori di massima espressione della nostra epoca e delle sue esigenze.
Se fossi un verso di una canzone sarei "Tanta nostalgia degli anni ‘90, quando il mondo era l’arca e noi eravamo Noè". Scrivo da quando avevo nove anni e il giorno in cui sono diventata giornalista pubblicista è stato uno dei più belli della mia vita. Come lavoro non mi occupo di pubblicità in senso stretto, ma mi sarebbe molto piaciuto. Teledipendente, gattara, creativa. Testa tra le nuvole e piedi per terra. Non pugliese, salentina!
Se c’è una cosa di cui non posso fare a meno è la pubblicità. Innamorato delle idee creative, insieme ai ragazzi che vedete al mio fianco ho creato questo progetto che spero vi appassionerà. Per il resto sono un consulente pubblicitario, ma qui mi vedrete nei panni del reporter con il taccuino in mano.
Ho iniziato a lavorare nel campo della comunicazione digitale molti anni fa, quando mi affidarono un progetto che riguardava l'aggiornamento di una Intranet aziendale. È stato amore a prima vista. Da allora ho cercato approfondire i vari aspetti della comunicazione online come content manager e copywriter in aziende medie e piccole. La scrittura è una grande opportunità. È l'occasione di esprimersi o di far esprimere al meglio gli altri, è un punto di forza oltre che un modo unico per raccontarsi e raccontare.
Da anni scrivo per giornali online, anche se l'esperienza più intensa è stata con un cartaceo. Un giorno, accidentalmente, sono entrato nel mondo della pubblicità - pensavo fosse un caso, ma poi ho scoperto che anche qui c'è tanto da scrivere.
Veneziano di terraferma, classe 1987, nato con la penna in mano e la testa tra le nuvole. Credo nel potere delle parole, amo i dettagli che stonano, trovo nuovi sensi nelle cose guardandole sottosopra. Aeroplanino, barchetta o tappeto volante, ogni foglio può trasformarsi nel mezzo per un viaggio diverso: con le mie parole vi guiderò verso nuove avventure!
Appassionato di marketing e tecnologia, divoro le news ogni giorno a caccia di storie interessanti da raccontare. Ti racconterò di brand, business e tanto altro, cercando di farti emozionare. Seguimi, non te ne pentirai!
Mi piace la pubblicità perché è un'indagine continua sul genere umano. Sono nato in Friuli, cresciuto a Milano e ho scelto di vivere con una baguette sotto al braccio, con grande umiltà e sempre con massima ironia.
Come in una canzone di Venditti, vivo solo di parole. Sono costantemente alla ricerca del mio posto del mondo e, nel frattempo, scrivo per trovare me stessa. Tra Roma e Bologna, con una sosta a Milano, durante il mio percorso di studi in comunicazione d'impresa ho capito che le parole sono i mattoncini su cui cammino per seguire la mia strada e per realizzare il mio sogno: diventare una copywriter. Chissà dove mi porteranno.
Ciao a tutti! Mi chiamo Matteo, ho 26 anni, sono un grande appassionato di sport e non solo. Amo scrivere e veicolare emozioni, sulla carta stampata e sul web. Polemico a volte, spesso, forse troppo, ma sempre in modo costruttivo. Spero ci leggeremo presto da queste parti!
Rossella, il mio nome, è una crasi tra due nomi. Anche la mia vita è una crasi tra le mie varia passioni. Siciliana che adora il cibo della Valtellina, viaggiatrice con un lavoro da scrivania, nata vicino al mare ma amante delle camminate in montagna. Cammino con il naso all'insù per un'innata curiosità e amo gli spazi ordinati, un po' come la Gazzetta!
Ciao! Sono Sara, comasca, ho 28 anni e vivo la vita un melodramma alla volta. Intendo letteralmente, perché impazzisco per ogni tipo di esibizione teatrale. Per lavoro sono un ninja che schiva hashtag volanti, cookies curiosi e algoritmi mutaforma tra un click e l'altro. Hai indovinato, sono una Social Media Manager!
Misuro i miei anni in Topolino (sono nata intorno al numero 1621, fate voi...), per l'altezza basta metterne sei o sette impilati in verticale. Folgorata dall'amore per l'adv con la pubblicità delle Morositas anni 90, da allora cerco di Prenderla Morbida e conciliare più passioni in un'unica vita. Stilista di giorno, copywriter di notte, editor a ore pasti.
Curiosa per natura e copywriter in erba: l’unico modo per non farmi parlare è farmi scrivere. La passione per la comunicazione nasce insieme a quella per il giornalismo: non esiste storia (o brand) che non possa essere raccontato.
Ho imparato a parlare ancor prima di saper camminare e a scrivere molto prima di quando fosse necessario. Da allora non mi sono più fermato, con buona pace di chi mi deve leggere o ascoltare. Qualcuno scriveva che l'essenziale è invisibile agli occhi: riflettere insieme sui retroscena della pubblicità sarà un nuovo modo di raccontare noi stessi, e allora eccomi qui.
Editor e copywriter, ho scoperto che le parole erano tutto ciò che avevo: ho cercato quindi di farne il mio lavoro. In principio più orientato verso l'adv tradizionale, ho scoperto quanto la comunicazione digitale possa essere elettrizzante: sto facendo il possibile per portarmi in pari, spiando dal buco della serratura di tutte le pagine corporate che trovo!
Torinese, classe ‘86, sono una copy d'agenzia specializzata in comunicazione digitale e progettazione di brand identity. Sono convinta che la comunicazione - soprattutto quella pubblicitaria - sia lo specchio della società a cui appartiene: per questo la studio con grande interesse in tutte le sue forme. Idealista, puntigliosa e con la lingua tagliente, nel tempo libero scrivo dove posso e ogni volta che posso. Adesso anche su La Gazzetta!
In un universo parallelo sono una veterinaria. In questo sono una copywriter, appassionata di creatività e spaventata dal sangue. Tra Amburgo e Milano, sono sempre alla ricerca di contenuti originali di cui scrivere e da cui prendere ispirazione per la prossima idea geniale.