Inizio
Kaytee's
A cura di Alan Conti

Un porcellino d’India merita un concorso di bellezza? Kaytee’s usa l’ironia

Kaytee’s è un brand per gli animali domestici con particolare attenzione ai piccoli amici come le cavie o i porcellini d’Inda. Non sempre godono della stessa dignità di cani o gatto così è nata una campagna particolare…

Annuncio

“Più dignità per i porcellini d’India” (che poi in inglese si chiamano letteralmente guinea pig cambiando decisamente origine geografica). Lo spot del brand di prodotti per gli animali Kaytee’s gioca sul ribaltamento e sull’ironia. Oltre, perché no, sfruttando quella umanissima abitudine di creare delle classifiche inconsce tra gli animali. La domanda di fondo è: perché un porcellino d’India non ha diritto ad entrare nei club riservati ai cani o di partecipare ad un concorso di bellezza come i colleghi abbaianti? 

IL CONCORSO CANINO PROIBITO

Così l’agenzia Droga5 per il nuovo film di Kaytee’s ha scritturato l’attore americano Rainn Wilson inserendolo in un mockumentary con il porcellino Kenneth. Obiettivo entrare al prestigioso Westminster Kennel Club Dog Show per concedere alla cavia un palcoscenico di livello. Non basta, tuttavia, portare Kenneth dallo stilista, da un allenatore e da un veterinario: iscrizione respinta.

SOTTOLINEARE L’ESPERIENZA DI KAYTEE’S

A quel punto l’attore crea una competizione tagliata effettivamente sulle esigenze dei porcellini d’India che riconquistano, così, una loro specificità. Il tutto aperto anche a conigli e pappagallini: tutti quei Nac (nuovi animali da compagnia) che rimangono sull’uscio dei più celebrati cani e gatti. “Il fine ultimo – commenta l’agenzia – è lasciar trasparire l’esperienza di oltre 150 anni del brand Kaytee’s anche nel mondo dei piccoli animali come le cavie. Che cammina di pari passo a quella per cani e gatti”.

Ci leggiamo presto!

Sempre più grandi, grazie a Te.

Cara lettrice e caro lettore, se fai parte delle venticinquemila persone che ogni mese sceglie di leggere La Gazzetta Del Pubblicitario per informarsi, arricchirsi o divertirsi, questa lettera è per te…

Alan Conti

alan@lagazzettadelpubblicitario.it

Dicono che io faccia il giornalista ma in realtà inseguo solo da sempre la mia curiosità. Sollazzo e affanno perpetui. Ogni racconto ha il suo vestito: cerco di tagliarlo e cucirlo rendendogli semplicemente onore. Ironia e capacità di non prendersi troppo sul serio sono due bussole che tendo a non lasciare fuori dalla mia bisaccia.

Ehi lettore!

 

Prima di migrare verso altri siti, vorremmo ringraziarti di essere passato da qui.

 

Se ti è piaciuto l'articolo e non vuoi perderti i prossimi, puoi iscriverti alla nostra NEWSLETTER con un semplice passaggio qui sotto!

 

Sì, hai capito bene, la nostra newsletter arriva una volta alla settimana,

ogni domenica.

E come sempre, ci leggiamo presto!

Cliccando su ISCRIVITI acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Reg. UE 2016/679 (GDPR)